Abruzzo dal vivo, ottimi i numeri per l’evento

Abruzzo dal vivo, ottimi i numeri per l’evento

Una scommessa vinta quella di Abruzzo dal Vivo 2021, per numeri, qualità dell’offerta culturale e coinvolgimento delle comunità. Dal 14 luglio fino al 7 settembre Abruzzo dal Vivo ha abitato prati, boschi, piazze e interi borghi dei 23 Comuni colpiti dal sisma 2016/17 creando una rete che idealmente unisce territori tra loro distanti ma simili, per potenzialità e difficoltà. Natura, concerti, esperienze immersive e comunità accoglienti hanno reso unica la lunga estate di Abruzzo dal Vivo 2021: 200 spettacoli, 400 artisti, oltre 200 tra tecnici e maestranze impiegate, quasi 25000 presenze dirette agli eventi di spettacolo con un indotto di visitatori (eventi gratuiti, visite guidate e presenze nei territori) stimato in 150.000 presenze; sono nati nuovi Festival (Civitas fortezza d’Incanto a Civitella del Tronto, Castelli Residenza d’Artista a Castelli) e 2 progetti culturali hanno visto il loro incipit sotto il grande cappello di Abruzzo dal vivo, il Premio Giuseppe Zilli per il Giornalismo a Fano Adriano che vedrà la sua prima edizione nel 2022 e il Progetto di teatro itinerante per bambini nel Bosco Martese di Rocca Santa Maria; Abruzzo dal Vivo conta persino la scoperta di un sito particolarmente adatto agli eventi musicali, la Piana di Elce, che guadagna notorietà e ancor più importante, conquista una sua identità grazie alla grande visibilità acquisita con il concerto di Gianna Nannini.

“Abruzzo dal Vivo è ormai un appuntamento importante e atteso con la cultura e l’intrattenimento per i territori delle aree interne” afferma Daniele D’Amario, Assessore alla Cultura della Regione Abruzzo “Quest’anno abbiamo registrato alcune importanti conferme e notiamo anche interessanti sperimentazioni artistiche, tutto nell’ottica della promozione territoriale che la Regione appoggia e stimola”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *