Acqua non potabile: il Ruzzo manda cisterne a Castelnuovo e Canzano

Acqua non potabile: il Ruzzo manda cisterne a Castelnuovo e Canzano

A seguito dell’allarme acqua a Canzano e Castelnuovo, a causa dell’allaccio abusivo realizzato da un agricoltore che ha determinato la non potabilità in una vasta area, la Ruzzo Reti nella giornata di ieri ha provveduto a lavare le condotte e ad effettuare i campionamenti con la ASL. Per completare le attività di analisi che assicurano la perfetta conformità dell’acqua alle norme vigenti, ci vorranno ancora diverse ore. La società che gestisce l’acquedotto, in accordo con i sindaci di Castellalto e Canzano, ha messo a disposizione dei cittadini una cisterna con acqua a uso igienico e sanitario. Tutti possono recarsi con le taniche nella piazza della Chiesa a Castelnuovo. Oltre alla cisterna, la Ruzzo Reti ha messo a disposizione anche un’autobotte che supporterà le utenze sensibili. A Canzano si sta lavorando al posizionamento di una cisterna dedicata che sarà in funzione nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *