“Al centro di TE”, incontri e laboratori per famiglie con disabili e over 60

“Al centro di TE”, incontri e laboratori per famiglie con disabili e over 60

Il progetto “Al centro di Te”, promosso dall’associazione “A Piccoli Passi” di Teramo con i fondi della “Progettazione Sociale Abruzzo” e la partecipazione di altre organizzazioni del terzo settore locali (l’associazione Psikè di Teramo, la Compagnia dei Merli Bianchi di Giulianova, il Centro Integral Yoga YAP di Teramo, il Circolo Domingo di San Nicolò a Tordino), è un’iniziativa che tende a colmare le distanze, in questo periodo rese più dure dal Covid, creando spazi di incontro e benessere, prevenendo il disagio e stimolando l’aggregazione sociale. Il programma, presentato oggi nella sede del CSV Abruzzo Delegazione di Teramo, da Giulia Di Donato e Gloria Di Rocco, rispettivamente presidente e componente di “A Piccoli Passi”, da Lorenza Donati (Psikè) e da Margherita Di Marco (Compagnia dei Merli Bianchi), si rivolge a utenti del Comune di Teramo, prevede servizi totalmente gratuiti ed è composto da due diverse sezioni di interventi.

La prima s’intitola “L’incontro” e prevede un servizio di ascolto, informazione e consulenza a cui possono rivolgersi famiglie con figli disabili fino a 11 anni. Le stesse possono partecipare a gruppi di supporto online e beneficiare di consulenze psicologiche mirate. A queste attività si aggiungono incontri informativi online (aperti a tutti) con figure professionali specialistiche: “Gestire lo stress del presente con l’antica saggezza dello yoga” (sabato 10 aprile, ore 18) con Alessandra Cocchi, maestra e formatrice yoga; “Musicoterapia e disabilità: parliamo con la musica” (sabato 24 aprile, ore 18) con Antenore Gabriele Vincenzetti, musicoterapeuta; “Ascolta come ti parlo” (sabato 15 maggio, ore 18) con Angela Serrani, logopedista.

L’altra azione, “Anziani meno soli”, riservata inizialmente alla fascia della terza età, tiene ora conto dei disagi legati al Covid e si rivolge a una più ampia platea di persone (è sufficiente avere più di 60 anni per partecipare) avendo come obiettivo quello di favorire nuovi legami e opportunità di confronto attraverso una serie di laboratori. Ne sono previsti quattro, in presenza (compatibilmente con le disposizioni anti Covid in vigore in quel periodo), a partire dal mese di maggio 2021: “Mi ricordo! Sì, io mi ricordo”, a cura della “Compagnia dei Merli Bianchi” (un laboratorio teatrale che, attraverso il gioco della narrazione scenica e della scrittura creativa, conduce i partecipanti “a dialogare” con i ricordi, più o meno lontani, personali e collettivi, fatti di parole, azioni, canti e silenzi); “Stabile e flessibile come un albero”, a cura di YAP Integral Yoga Centre (un lavoro fisico, respiratorio e mentale che, associato al rilascio fisico ed emozionale delle tensioni, si traduce in benessere psico-fisico); “L’albero della vita”, a cura delle associazioni “Psikè” e “A Piccoli Passi” (un laboratorio esperienziale per dare spazio al proprio io, incontrarsi, ritrovarsi e condividere attingendo all’arte-terapia); “Con le mani…”, a cura di “A Piccoli Passi” (una serie di workshop per stimolare la fantasia e la creatività allo scopo di reinventare oggetti dando vita a piccoli manufatti).

“Questo progetto – ha commentato la presidente dell’associazione “A Piccoli Passi”, Giulia Di Donato – in definitiva mira a rimettere al centro il benessere della persona nella sua totalità, grazie alla varietà delle diverse competenze dei partner che offrono spazi di aggregazione, condivisione, sostegno e prevenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *