Asp 2, la nomina di Astolfi a dg scatena lo scontro con la Lega

Asp 2, la nomina di Astolfi a dg scatena lo scontro con la Lega

E’ scontro aperto in seno al Consiglio di amministrazione dell’Asp 2 della provincia di Teramo, dopo la nomina dell’ex sindaco di Atri Gabriele Astolfi (Forza Italia, candidato non eletto alle ultime Regionali). Una prova di forza di due terzi del Cda, Federica Rompicapo e Antonio Samuele, che non è stata condivisa dal presidente Luca Di Pietrantonio (assente da ogni forma di comunicazione ufficiale della nomina). Anche a nome del presidente (di appartenenza leghista) oggi interviene pubblicamente il commissario provinciale della Lega di Teramo, Gianfranco Giuliante, che definisce una “sceneggiata” quella che si è consumata alla Asp 2.

“Varia umanità, inventando procedure giuridicamente inesistenti e che lambiscono profili di natura penale che la magistratura sarà chiamata a valutare, ha proceduto a nominare un direttore generale discostandosi dalle indicazioni pure notificategli dalla vigilanza regionale circa la necessità di una procedura di evidenza pubblica – scrive in un comunicato Giuliante – L’invenzione di una figura di un consigliere anziano, non si capisce a che titolo surrogante le funzioni di un presidente rappresentante legale dell’ente e regolarmente in carica, e la contestuale estromissione senza alcun addebito né preavviso del direttore generale in carica, la dicono lunga circa un’arroganza simmetrica alla esplicita mancanza di conoscenza di norme e previsioni di legge. La susseguente fake news fatta arrivare alla stampa della nomina in un Cda ‘palesemente illegittimo’ di un direttore generale – chiosa Giuliante – sottolinea la pervicace azione di ‘caporali di giornata’ colpiti in quel di Atri dalla sindrome di Napoleone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *