Bandiere blu: l’Abruzzo conferma 10 località (5 nel Teramano)

Bandiere blu: l’Abruzzo conferma 10 località (5 nel Teramano)

L’Abruzzo conferma le sue dieci bandiere blu, i riconoscimenti ai comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell’ambiente attribuiti ogni anno dalla ong internazionale Fee (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’educazione ambientale). Rispetto al 2019, infatti, non ci sono new entry. Cinque le bandiere blu nel Teramano, a Tortoreto (Spiaggia del Sole), Giulianova (Lungomare Zara), Roseto degli Abruzzi (Lungomare Sud, Lungomare Nord, Lungomare Centrale), Pineto (Lungomare dei Pini/ Pineta Catucci, S.Maria a Valle Nord, S.Maria a Valle Sud, Torre Cerrano, Corfù, Villa Fumosa) e Silvi (Lungomare Centrale, Parco Marino Torre del Cerrano, Arenile Sud); tre nel Chietino, Fossacesia (Marina), Vasto (Punta Penna, Vignola) e San Salvo (Marina): due nell’Aquilano, ai laghi di Villalago e Scanno (Acquevive, Gestione Cicotti, Parco dei Salici). Per quanto riguarda gli approdi, riconoscimento al Porto Turistico ‘Marina di Pescara’. A livello nazionale, sono 195 i Comuni che hanno ottenuto le Bandiere Blu nel 2020, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso; non c’è nessuna uscita. Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *