Bar del “Mazzini”, la Asl va in Procura: “Ricevute lettere intimidatorie”

Bar del “Mazzini”, la Asl va in Procura: “Ricevute lettere intimidatorie”

È muro contro muro tra la Asl e la società Basilisco srl che gestisce il bar dell’ospedale di Teramo. Al botta e risposta tramite comunicati stampa della giornata di ieri, si aggiungono le carte bollate e gli esposti. Il direttore generale Maurizio Di Giosia, infatti, si è rivolto alla Procura per denunciare lettere intimidatorie ricevute dalla ditta. La Asl ribadisce che da domani il bar dovrà essere chiuso per permettere il subentro della Pap, nuova aggiudicataria della gestione, anche perché la Basilisco sarebbe indietro con il canone di affitto di 11 mensilità, per una somma di circa 330.000 euro.

Il servizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *