Basket/A2, alla Sapori Veri Roseto lo scontro salvezza con Caserta (84-72)

Basket/A2, alla Sapori Veri Roseto lo scontro salvezza con Caserta (84-72)

Roseto sfodera una prova gagliardissima chiudendo alla grande il 2019, battendo al PalaMaggetti Caserta, con il risultato di 84-72. Gli Sharks centrano così il secondo successo consecutivo in casa: toccata quota 12 punti in classifica, ultimo posto staccato di sei lunghezze  e soprattutto con la consapevolezza di aver probabilmente dato una sterzata importante alla stagione.

Al contrario, Caserta stecca una ghiotta occasione, dimenticando presto il bel successo su Verona di una settimana fa: zona playout, quindi, che s’ingarbuglia sempre più, confermando la tesi dell’incertezza, che regna ormai dall’inizio del campionato. Biancazzurri che sfoderano una prova tutta concretezza, con tre uomini in doppia cifra , oltre alla grande precisione dai due punti, un 27/53 da stropicciarsi gli occhi : Jones stra-vince il duello dei “big-man” contro Cusin e Carlson, dove soprattutto nel terzo parziale grazie alle sue giocate mette il sigillo sulla vittoria degli squali, segnando alla fine 23 punti , con 5/8 al tiro, 12/13 ai liberi,  10 rimbalzi e 11 falli subiti, firmando una tripla doppia clamorosa,  il solito Pierich ne mette  20 con 4 triple,   Bayehe  scrive 11 a fine gara,  un ottimo Canka ne mette 9, Nikolic 8 punti + 5 rimbalzi e 5 assist,  ma oltre alle statistiche stasera il fattore determinante è stata la grandissima difesa, 15 punti concessi ai campani nella prima frazione, 14 nella terza.

E pensare che l’inizio gara è stato tutto di marca casertana, con 4 di fila per Carlson e Allen , 5-6 dopo due minuti, Bayehe firma il primo sorpasso Sharks , Jones e Pierich il primo allungo sul 16-8 al 6°, e con la successiva schiacciata di Nikolic primo timeout ospite. Roseto non si ferma però, Pierich insacca la seconda tripla di serata, Jones è un martello in difesa, anche Mabor s’iscrive al festival del canestro ma è il solito Bobby Jones a chiuderla con un buzzer dall’angolo per il 35-15 della prima frazione.

La seconda frazione si apre sulla falsariga della prima, ovvero con Jones indemoniato e con Caserta che fatica ancora ad attaccare il ferro rosetano: ancora l’americano di Roseto sigla il 44-23 del 14°, Caserta è in grande difficoltà, Gentile ruota la panchina, il duo Allen-Carlson rintuzza lo svantaggio sul 49-35, all’intervallo il tabellone recita 51-37.

La terza frazione si apre nuovamente con un break biancazzurro firmato Pierich-Canka, Caserta si aggrappa all’esperienza di Giuri ( 15 alla fine per l’ex Venezia ) , 58-46 al 25° con Roseto che si blocca in attacco ma gli ospiti non ne approfittano. Una tripla di Lazar Nikolic è ossigeno puro per i padroni di casa, Jones subisce un antisportivo da Turel e capitalizza dalla lunetta insieme ad un canestro di Bayehe mandando Roseto nuovamente sul +19, 68-49, 71-51 a fine periodo.

A dieci minuti dal termine Roseto è vicina al successo e sarebbe un peccato ora vanificare tutto quello fatto fino ad ora, coach D’Arcangeli lo sa benissimo e non vuole assolutamente cali da parte dei suoi: la difesa fa ancora la differenza, gli Sharks recuperano un paio di palloni anche se in attacco, complice un po’ la stanchezza, cominciano a fare fatica. Jones e Bayehe sono un muro sotto le plance, annichilendo il duo Cusin-Carlson,  Pierich e Giordano fanno il resto: al 36° si è sul 80-57, il tempo ora è amico di Roseto e la gara si chiude tra gli applausi del PalaMaggetti, con il punteggio di 84-72.

Prossimo turno domenica 5 Gennaio, gli Sharks saranno di scena al PalaRuggi di Imola contro i padroni di casa dell’Andrea Costa.

Guarda il servizio con l’intervista a coach Germano D’Arcangeli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *