Basket/B, 8^ giornata: vincono Roseto e Giulianova, la TaSp cade a Civitanova

Basket/B, 8^ giornata: vincono Roseto e Giulianova, la TaSp cade a Civitanova

Il campionato di Serie B è giunto al giro di boa e i risultati registrati nell’ottava giornata sono stati tutti importanti, alcuni sotto certi aspetti sorprendenti, che hanno lasciato soprattutto chiari indizi per decifrare nello specifico il Girone C2. Equilibrio e imprevedibilità sono, al momento, le due parole chiave per comprendere un campionato che, se non fosse per il Covid che svuota i palazzetti e crea danni a tutti gli addetti ai lavori, sarebbe veramente avvincente.

Il primo risultato che balza all’occhio e la netta vittoria del Giulia Basket Giulianova contro la corazzata Ancona (86-73); una partita che tutti, ma proprio tutti, avevano pronosticato in maniera diversa vista la situazione critica in casa giallorossa, con l’intero roster alle prese da un mese con un focolaio Covid, infortuni e diversi giocatori in fase di recupero. In condizioni oggettivamente difficili, con Cacace e Tognacci appena rientrati e con solo un paio di allenamenti sulle gambe, la partita contro Ancona (reduce da tre vittorie consecutive) sembrava una missione impossibile. Di Carmine e compagni si sono spinti oltre i propri limiti, disputando una partita tatticamente perfetta, dominando a rimbalzo e conquistando con merito i due punti in palio.

Chi invece guarda tutti dall’alto in basso della classifica, complice la clamorosa sconfitta casalinga di Fabriano contro una rinata Sutor Montegranaro, è la Liofilchem Roseto. I biancazzurri di coach Tony Trullo hanno vinto e convinto, battendo Jesi (68-86) con una prestazione maiuscola sotto tutti i punti di vista. Per Pastore e compagni è la terza vittoria consecutiva, ottenuta in modo autorevole, controllando il gioco dal primo all’ultimo minuto e resistendo ai flebili tentativi di rimonta dei padroni di casa. C’era qualche piccola preoccupazione alla vigilia, vista la terza partita giocata in sette giorni ma Roseto ha subito spazzato via ogni dubbio, dimostrando una crescita nel gioco e una distribuzione matura e quasi scientifica dei punti realizzati da ogni singolo giocatore. Lo schiaffo subito contro Montegranaro ha decisamente svegliato i biancazzurri che adesso cominciano ad alzare i decibel, dando un forte segnale alle altre contender.

Chiudiamo infine con l’unica nota dolente dell’ottava giornata. La Rennova Teramo a Spicchi esce infatti sconfitta dal Pala Risorgimento di Civitanova (82-79) punita allo scadere da una tripla di Andreani. Una partita gettata alle ortiche dai biancorossi, avanti di dieci lunghezze nel quarto periodo e incapaci di approfittare della situazione per sferrare il colpo del ko ai marchigiani. Coach Salvemini nel post partita ha sottolineato proprio questo dettaglio, amareggiato per l’occasione persa. Allo stesso tempo i biancorossi devono trarre beneficio dagli aspetti positivi ossia che, nonostante il dominio ai rimbalzi di Civitanova e la differenza nelle valutazioni di squadra, siano rimasti in partita e abbiano messo in seria difficoltà i padroni di casa. Il campionato però non aspetta, domenica al Pala Acquaviva arriva la corazzata Fabriano e Serroni e compagni avranno un solo imperativo, conquistare i due punti per tornare a muovere la classifica.

Lorenzo Mazzaufo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *