Basket/B, il Giulianova vince il derby contro il Teramo 72-80

Basket/B, il Giulianova vince il derby contro il Teramo 72-80

Come da pronostico è il Giulianova a vincere il cosiddetto “Derby d’Abruzzo” battendo il Teramo 72-80 al PalaScapriano.

Pronostico rispettato ma vittoria assolutamente non scontata perché i giallorossi avevano di fronte un avversario di fatto all’ultima spiaggia che doveva giocarsi le ultime chance per la salvezza diretta senza passare per i playout.

Non inganni il risultato con le otto illusorie lunghezze di divario, il Giulianova infatti ha letteralmente dominato la partita, conducendo dal primo all’ultimo minuto grazie al controllo del ritmo, arrivando a toccare anche i 23 punti di vantaggio.

Magistrale la prestazione del playmaker Amar Balic (Mvp indiscusso con 24 punti, 5 rimbalzi e 7 assist) ben coadiuvato dai propri compagni di squadra.

L’unica macchia nella prestazione dei giallorossi è stata quella di aver mollato mentalmente un po’ troppo presto, con alcune ingenuità nel finale (i tecnici fischiati a Gobbato e Fall) che hanno permesso al Teramo di rientrare addirittura sul meno cinque, a buoi però ampiamente fuggiti dalla metaforica stalla e con gli stessi biancorossi inconsciamente a non crederci più.

Per i ragazzi di coach Cesare Ciocca è la terza vittoria consecutiva, ottenuta contro dirette concorrenti per la lotta salvezza: Sutor Montegranaro, Senigallia e Teramo. Tre acuti importanti che danno morale e che lanciano un chiaro segnale al campionato.

Con i nuovi innesti infatti la quadratura del cerchio sta prendendo sempre più forma in casa giallorossa e lo si è visto chiaramente nel derby con un gioco rapido, corale ed altruista (13 gli assist complessivi).

Il Teramo invece deve incassare la nona sconfitta nelle ultime dieci partite: un bilancio negativo che mantiene i biancorossi ancora al penultimo posto in classifica a quota 8 punti. A questo punto della stagione, con dieci partite ancora da disputare, Di Bonaventura e compagni dovranno per forza di cose entrare nell’ottica che quasi sicuramente si giocheranno la salvezza passando per i playout.

Importante quindi non crearsi illusioni di salvezza diretta e prepararsi mentalmente e fisicamente alla roulette russa dei playout per arrivarci nel miglior modo possibile.

Certo, la matematica ancora non condanna i ragazzi di coach Manuel Cilio che devono quindi crederci fino alla fine, visti anche gli scontri diretti che si giocheranno in casa contro Senigallia e Porto Sant’Elpidio.

Che quest’anno era una stagione da elmetto e trincea lo si sapeva e, a maggior ragione, ora più che mai si dovrà entrare nella giusta mentalità combattiva, sportivamente parlando, per giocare al massimo queste ultime dieci partite di stagione regolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *