Basket B. Il punto della situazione di Teramo e Giulianova dopo la 17^ giornata

Basket B. Il punto della situazione di Teramo e Giulianova dopo la 17^ giornata

Nel girone C del campionato di Serie B di basket abbiamo effettuato il giro di boa, con la seconda giornata di ritorno che si è disputata nello scorso fine settimana. La situazione per il Teramo e per il Giulianova non è delle più positive, con la classifica a rispecchiare perfettamente il momento: Giulianova al terzultimo posto a quota 10 punti in coabitazione con Ancona, Teramo al penultimo in solitario a quota 8 punti. Oltre i numeri bisogna sempre interpretare le situazioni: i giallorossi in questo momento sono in striscia negativa da cinque turni, con l’ultimo successo che risale all’8 dicembre ottenuto al PalaRossini di Ancona. Coach Ciocca ha dovuto fare i conti anche con un’infermeria abbastanza affollata che ha impedito di schierare sul parquet giocatori fondamentali come Cardellini e Gobbato. Per quanto riguarda il mercato la società ha effettuato delle operazioni in entrata (il play Balic e l’ala Genovese) mentre è praticamente con le valigie in mano il centro Yande Fall. Pesano anche i troppi passi falsi in casa, un fattore quello del PalaCastrum che coach Ciocca aveva dichiarato fondamentale nel precampionato per ottenere la salvezza. I giuliesi adesso affronteranno la Sutor Montegranaro alla Bombonera, una partita difficile ma assolutamente alla portata che dovrà fornire anche le giuste motivazioni per ottenere due punti fondamentali per la classifica. Il Teramo invece è reduce dalla pesante batosta subita in terra romagnola contro il Rimini, con l’eloquente punteggio di 100-69. Si spera che la negativa prestazione difensiva sia stata soltanto un episodio e non un campanello d’allarme, visto che la compagine biancorossa dovrà fare dell’aggressività la sua arma principale per ottenere una salvezza che si preannuncia ardua ma non impossibile. La società a tal proposito, in collaborazione con lo staff tecnico, si è mossa sul mercato inserendo un centro di ruolo (Lorenzo Bruno) e un esterno (Michele Tremolada) che dovranno permettere a coach Cilio di trovare la celebre quadratura del cerchio ed avere così una squadra equilibrata. Il prossimo match sarà un “quasi derby” per Di Bonaventura e compagni, al Palaskà infatti arriva la Virtus Civitanova di Valerio Amoroso e di coach Massimiliano Domizioli, con lo staff tecnico e dei preparatori che include il Prof Claudio Mazzaufo, l’assistant coach Stefano Di Francesco e i preparatori Marco Di Marco e Tommaso Marcone. Una partita quindi che racchiude tante storie al suo interno e che il Teramo dovrà preparare in maniera chirurgica per portare a casa la vittoria e tornare a correre per la lotta salvezza.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *