Basket/B | La preview del turno infrasettimanale

Basket/B | La preview del turno infrasettimanale

Turno infrasettimanale nel girone C di Serie B, con la stagione che entra sempre di più nel vivo e con le partite che a questo punto cominciano a diventare quasi decisive per il destino di tutte le formazioni del cosiddetto “Girone di Ferro”.

Classifica alla mano infatti comincia a notarsi una spaccatura tra la zona playoff e quella playout, con un divario consistente di otto punti tra l’ottava (Ozzano) e la quintultima (Montegranaro).

Nel turno infrasettimanale Teramo e Giulianova avranno due partite sotto tanti aspetti differenti. Partiamo dalle note positive, ovvero di giallorossi di coach Ciocca, reduci dall’importante vittoria nello scontro diretto contro la Sutor Montegranaro che ha vendicato, sportivamente parlando, il tonfo casalingo dell’andata.

Successo vitale per la classifica che pone Cardellini e compagni momentaneamente fuori dalla zona playout; da notare poi l’esordio positivo di Genovese, risultato decisivo nel match della “Bombonera”, segno che la società ha operato bene sul mercato e qui si dovrà valutare anche l’eventuale partenza del centro Yande Fall.

Giovedì i giuliesi ricevono al PalaCastrum una Senigallia in netto calo di risultati ma, mai come questa volta, servirà una prestazione quasi perfetta per vincere un altro scontro diretto e porre un piccolo mattone per il discorso salvezza.

Il Teramo invece giocherà domani ed avrà una partita completamente differente rispetto al Giulianova.

I biancorossi infatti andranno in trasferta sul difficile campo di Fabriano, squadra che occupa il secondo posto in classifica e che è reduce dalla sconfitta di misura contro Cesena.

Ci si aspetta quindi un PalaGuerrieri decisamente infuocato e degli avversari anche vogliosi di rivincita dopo il ko subito in terra romagnola.

Il pronostico è tutto a sfavore di Di Bonaventura e soci che però, vista l’ultima prestazione contro Civitanova, possono e devono credere nell’impresa, giocando sempre la famosa carta del fattore psicologico, con la pressione che ovviamente sarà tutta dalla parte dei marchigiani

Mission impossible quindi ma nel basket si parte sempre da una palla a due e dallo zero a zero sul tabellone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *