Bellante, scuole chiuse: il Comune dona gli alimenti delle mense

Bellante, scuole chiuse: il Comune dona gli alimenti delle mense

Le scuole di Bellante sono chiuse, come nel resto d’Italia, e il Comune, che a settembre ha adottato il progetto “Mens sana in corpore sano: Inclusione – Solidarietà Educazione e Ambiente”, ha deciso di donare il cibo acquistato per le proprie mense scolastiche al banco alimentare dell’Associazione Nazionale Azione Sociale – A.N.A.S. “Non è la prima volta che il Comune si impegna in piani per diminuire gli sprechi alimentari – dice l’assessore alla Pubblica Istruzione, Francesca Di Gregorio – ma questa volta il progetto coinvolgerà l’associazione di volontariato che opera sul territorio comunale, mettendo a disposizione dei bisognosi le materie prime che l’ente, che a partire da questo anno scolastico gestisce direttamente l’acquisto degli alimenti per le mense scolastiche, aveva già approvvigionato per la settimana e che non potranno essere consumate dai bambini. Un gesto di cui siamo orgogliosi, così come, siamo certi, saranno orgogliose le stesse famiglie dei nostri studenti. In questo contesto di particolare difficoltà dobbiamo ancor più essere comunità, promuovendo iniziative solidali che diano un segnale di vicinanza a chi è già in condizioni di difficoltà”.

 “Con l’improvvisa chiusura delle scuole – aggiunge l’assessore alle Politiche Sociali, Ada Di Silvestre – abbiamo cercato di evitare ogni spreco alimentare e deciso di destinare le scorte di cibo alle famiglie più bisognose del territorio, che già seguiamo attraverso altre attività di sostegno, per il tramite dell’Associazione Nazionale Azione Sociale che gestisce l’attività del banco alimentare. Ancora una volta la nostra Amministrazione si caratterizza per la sensibilità e la vicinanza nei confronti dei nostri concittadini più fragili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *