Bonus famiglie abruzzesi, Di Pasquale (Pd): “I 5 milioni prelevati dal Masterplan”

Bonus famiglie abruzzesi, Di Pasquale (Pd): “I 5 milioni prelevati dal Masterplan”

Si apre una polemica sull’origine dei 5 milioni destinati dalla Regione a finanziare i bonus per le famiglie in difficoltà economica. A rivelare quali siano i fondi a cui ha attinto la Giunta regionale è la presidente del Pd Abruzzo, Manola Di Pasquale. “Nel gonfiare il petto per aver trovato cinque milioni di euro da destinare alle famiglie che stanno soffrendo in questo momento gli effetti dell’emergenza, e che vivono un reale rischio di esclusione sociale, Marsilio dimentica un piccolo particolare – dichiara l’esponente Dem – Che quei soldi non li ha trovati lui. Che non ha fatto nulla per trovarli. I 5 milioni tanto sbandierati da Marsilio e dal suo capo politico Giorgia Meloni sono stati prelevati dai fondi Masterplan ed erano destinati per oltre il 60% al territorio della provincia di Teramo”.

Manola Di Pasquale cita la delibera di Giunta regionale del 10 aprile e scende nel dettaglio: “Quei 5 milioni vengono dallo stanziamento per la nuova sede dell’IZS di Teramo per euro 2.545.683,17; per la Pinacoteca Bindi di Giulianova per euro 12.019,54; per il Comune di Cortino per euro 50.000,00; e per il Comune di Tortoreto per euro 250.000,00”. Dunque con i fondi già destinati alle strutture dell’Istituto Zooprofilattico (di cui la Di Pasquale è stata presidente) si copre oltre il 50% del fondo per le famiglie in difficoltà. “Non discutiamo l’utilità del provvedimento, anzi è fondamentale garantire in un momento come questo un sussidio di sopravvivenza alle famiglie – commenta la presidente del Pd abruzzese – vergognoso però è farlo mentendo sui propri meriti, solo per sbandierare meriti che non esistono. L’unico sforzo di Marsilio è stato quello di cambiare le voci di bilancio scippando la provincia di Teramo”. Aggiunge la Di Pasquale: “Adesso ci si aspetta che i 5 milioni di euro siano erogati con criteri di trasparenza e di efficienza e che, quanto prima, sia ricostituita la somma di euro 5 milioni destinata all’originaria destinazione di sviluppo e di crescita e al territorio teramano. Nell’attesa – conclude Manola Di Pasquale – per lo stanziamento dei cinque milioni per le famiglie svantaggiate a rischio esclusione sociale a causa dell’emergenza sanitaria, di cui al bando da poco pubblicato dalla Regione Abruzzo per la legge regionale n. 9/2020, gli abruzzesi sappiano che devono ringraziare Luciano D’Alfonso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *