VIDEO | Buona la prima per Di Mascio: il Teramo espugna Rieti (0-2)

VIDEO | Buona la prima per Di Mascio: il Teramo espugna Rieti (0-2)

Parte col piede giusto il nuovo corso biancorosso targato Cetteo Di Mascio. E forse non è un caso che il protagonista della vittoria per 2-0 a Rieti sia il più giovane del gruppo: Daniel Birligea. L’attaccante classe 2000 entra a poco più di venti minuti dalla fine, segna il gol del vantaggio e offre l’assist del raddoppio a Magnaghi. Un destino scritto per il tecnico che con i ragazzi ha costruito la sua carriera nei settori giovanili e che conquista tre punti d’oro, per di più in trasferta (era accaduto solo altre due volte). Di Mascio non stravolge l’assetto abituale del Teramo. Stop forzati per gli infortunati Arrigoni e Minelli e per lo squalificato Santoro. Il nuovo tecnico schiera Piacentini in difesa al posto di Cristini e Viero in regia. Costa Ferreira lascia la trequarti occupata con Tedino per scambiare il ruolo con Mungo, al quale va il compito di ispirare Bombagi e Magnaghi.

Avvio promettente del Diavolo che nei primi tre minuti va alla conclusione con Ilari di testa e Magnaghi, testando in entrambi i casi la prontezza del portiere reatino Merelli. Poi il ritmo cala: i biancorossi sbattono sul muro difensivo eretto dal mister Mariani e faticano a controllare il pallone sul terreno malmesso del Centro d’Italia-Manlio Scopigno. Il fanalino di coda si affaccia dalle parti di Tomei solo al 20′ sugli sviluppi di un angolo che porta al tiro Celli. Il Teramo prova a sbloccarla prima dell’intervallo e costruisce tre occasioni: al 28′ Viero conclude male un’azione propiziata da Mungo; dieci minuti dopo è lo stesso fantasista a rubar palla sulla trequarti ma calcia male; infine al 41′ Ilari dal limite scarica improvvisamente il sinistro con palla alta di poco.

Il Rieti sembra scuotersi in avvio di ripresa con Kalombo che approfitta di un errore in impostazione del Teramo per presentarsi davanti a Tomei, bravo in uscita. E’ solo una fiammata in un canovaccio che vede sempre il Teramo dominare il possesso palla, anche se con esiti sterili. Al 53′ calcio di punizione per Bombagi dalla sua mattonella preferita: il destro non incide e viene bloccato da Merelli. Poco dopo è Magnaghi a liberare il diagonale dal limite dell’area, palla che lambisce il palo. Di Mascio, allora, tenta il tutto per tutto e si affida alla linea verde: dentro prima Cappa, poi Birligea per Ilari e Viero. Teramo ultraoffensivo (il solo Costa Ferreira con Mungo a supporto in mediana). Prima della svolta, però, c’è un brivido per Tomei al 70′, ancora da calcio d’angolo, con Celli che chiama alla respinta d’istinto il numero uno ospite. Al 74′ il cronometro segna il momento del giovanissimo attaccante rumeno: tiro dalla distanza di Bombagi che si trasforma in assist per Birligea, controllo e conclusione secca che fulmina Merelli. Primo gol tra i professionisti per l’ex Palermo. Il suggello sui tre punti arriva all’89’: triangolo Magnaghi – Birligea, assist del classe 2000 per l’ottavo centro stagionale dell’ex Pordenone. Di Mascio può sorridere: il Teramo riparte e mercoledì nell’infrasettimanale dovrà superare l’esame Potenza.

RIETI – TERAMO 0-2

Rieti (3-4-1-2): Merelli; Aquilanti (25’ pt Fiumara), Celli, Esposito (37’ st Del Regno); Kalombo, Morrone (9’ st Tirelli), Zampa, Zanchi; De Paoli; De Sarlo, Persano. A disp.: Addario, Pegorin, Serena, Marchi, Tiraferri, Vignati, Granata, Rasi, Bartolotta. All.: Mariani.

Teramo (4-3-1-2): Tomei; Tentardini, Soprano, Piacentini, Cancellotti; Mungo (42’ st Florio), Viero (23′ st Birligea), Ilari (17’ st Cappa); Costa Ferreira; Bombagi, Magnaghi. A disp.: Valentini, Lewandoski, Cristini, Iotti, Fiore, Samele, Di Nisio. All. Di Mascio.

Arbitro: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto (Segat – Spataru)
Marcatori: 30’ st Birligea (T), 44’ st Magnaghi (T).
Note: ammoniti Persano (R), Zampa (R), Fiumara (R), De Sarlo (R), Soprano (T); angoli 5-3 per il Rieti. Recupero: 2’ pt, 4’ st. Spettatori paganti 445 di cui 260 del settore ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *