Campli, illuminata per Natale la Porta Angioina

Campli, illuminata per Natale la Porta Angioina

La Porta Angioina di Campli illuminata per le festività natalizie. L’iniziativa è dell’associazione Memoria & Progetto Onlus, che rende omaggio così ad uno dei borghi più belli d’Italia. “Quest’anno – dice Davide Francioni dell’associazione Memoria & Progetto Onlus – l’emergenza Covid-19 non permette di organizzare i tradizionali incontri natalizi. La scelta di illuminare la porta medievale di Campli è un modo, semplice ma significativo, per tenere alta l’attenzione sui nostri monumenti, che hanno bisogno di essere preservati allo stesso modo di come oggi si sta facendo con la salute delle persone. Prenderci cura di essi significa prenderci cura di noi stessi, perché rappresentano la nostra storia e sono parte della nostra identità”. Nei giorni scorsi, con una lettera inviata dal presidente, Roberto Ricci, l’associazione ha sollecitato un intervento di manutenzione proprio sulla Porta Angioina. L’amministrazione comunale di Campli, guidata dal sindaco Federico Agostinelli, ha provveduto alla pulizia della porta con la rimozione della vegetazione che cresce periodicamente sulla facciata. “A questi interventi devono seguire, urgentemente, quelli straordinari di restauro e ricostruzione dopo gli eventi sismici del 2016-2017 per i quali richiamiamo l’attenzione delle istituzioni competenti e, in particolare, dell’ufficio speciale per la ricostruzione”, ha detto Roberto Ricci. La Porta Angioina, detta anche Porta Orientale (sec. XIII-XIV), è una delle più antiche e intatte strutture di difesa dell’intera regione, caratterizzata dal bellissimo arco ogivale, dai tre stemmi angioini, dai beccatelli della parte superiore e dalla torre campanaria della chiesa di San Giovanni Battista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *