Caos A14, il Ministero chiede la riduzione dei pedaggi

Caos A14, il Ministero chiede la riduzione dei pedaggi

Riduzione delle restrizioni della carreggiata; sopralluogo in calendario il 7 gennaio sul viadotto Cerrano; richiesta di riduzione dei pedaggi. Sono i punti principali emersi ieri nel corso della riunione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del gruppo di coordinamento istituito per gestire le emergenze sulle autostrade italiane. Alla riunione, voluta dalla ministra Paola De Micheli, hanno partecipato, oltre al capo di gabinetto del Mit e al direttore generale per la Vigilanza sulle concessionarie autostradali, anche Aiscat, Polizia stradale, Protezione civile e il gestore autostradale Aspi. Si è discusso anche del caos sul tratto abruzzese della A14 a seguito dei provvedimenti giudiziari.

Per quanto riguarda le criticità rilevate per gli interventi necessari per la sostituzione delle barriere di sicurezza nelle autostrade oggetto di sequestro della Procura di Avellino, Aspi ha presentato ieri stesso istanza all’autorità giudiziaria per chiedere la possibilità di una riduzione della restrizione della carreggiata, rispetto ai 5,1 metri attuali, nel caso in cui non siano svolte attività di cantiere, prevedendo anche misure compensative per garantire comunque la sicurezza della viabilità. Ciò consentirà una gestione flessibile per le attività di intervento nelle aree oggetto dei provvedimenti giudiziari. In particolare la gestione flessibile del cantiere consentirà di ridurre i disagi alla viabilità proprio nel periodo di esodo e controesodo, come richiesto dal Mit.

Focus specifico è stato riservato alla limitazione del traffico ai mezzi pesanti sul viadotto Cerrano della A14. Si è sollecita Aspi a svolgere al più presto le verifiche richieste dall’autorità giudiziaria per ottenere la revoca del provvedimento inibitorio della circolazione dei mezzi pesanti. Per quanto riguarda la verifica sulle cerniere il 7 gennaio è previsto il sopralluogo dell’Istituto nazionale saldature.

Nel corso della riunione, Aspi ha manifestato la disponibilità a valutare misure di riduzione dei pedaggi sulla tratta autostradale ligure. Il Ministero ha richiesto che, in circostanze di analogo disagio su tutte le altre tratte gestite, il concessionario adotti uguali misure di agevolazione tariffaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *