Caos viabilità sulla Ss 16: al vaglio divieto di transito ai tir

Caos viabilità sulla Ss 16: al vaglio divieto di transito ai tir

Sindaci e cittadini esasperati dalla viabilità in tilt e dalle migliaia di tir che ogni giorno percorrono l’Adriatica attraversando popolosi centri abitati dove si creano file chilometriche. Questa mattina, su iniziativa del presidente della Provincia Diego Di Bonaventura, si sono incontrati a Silvi gli amministratori locali dei Comuni interessati dai provvedimenti di sequestro dei viadotti emessi dalla Procura di Avellino a carico di Società Autostrade: oltre a Silvi anche Pineto, Roseto e Giulianova. “Da Roma non arrivano notizie, la situazione è diventata insostenibile sia da un punto di vista ambientale sia da quello della sicurezza – dichiara il presidente Di Bonaventura – stiamo valutando gli atti da adottare nell’ambito dei nostri poteri e delle nostre competenze. Potrebbero essere ordinanze di divieto di transito per il traffico pesante. Una scelta forte che non si fa a cuor leggero ma è l’unica scelta che ci lasciano di fronte alle crescenti problematiche, anche di ordine pubblico, che si stanno palesando in un quadro di totale incertezza rispetto a tempi e modi di risoluzione di questa incredibile vicenda”. La Prefettura di Teramo, intanto, ha convocato una nuova riunione del COV (Comitato operativo per la viabilità) per questo pomeriggio.

“La situazione della viabilità sulla SS16 resta difficile, con disagi ai residenti, agli autotrasportatori, alla sicurezza e all’ambiente. Non possiamo restare a guardare – dichiara il sindaco di Pineto, Robert Verrocchio – La sicurezza del viadotto del Cerrano e la questione dei guard rail continuano ad attendere una soluzione e nell’attesa le nostre comunità sono al collasso, come lo è l’economia. Se la situazione non trova soluzione a stretto giro, se gli studi presentati da Autostrade per l’Italia non saranno soddisfacenti per la riapertura del viadotto chiederemo, o con ordinanza, o con decisioni sovra comunali, che ci possa essere una deviazione del traffico per liberare la SS16 dai tir. Pur comprendendo le ragioni e le difficoltà degli autotrasportatori, categoria che sta subendo tutto questo al pari dei cittadini – prosegue Verrocchio – non possiamo procrastinare questa situazione. Da amministratori abbiamo la responsabilità di raccogliere le istanze dei cittadini e di gestire i rischi legati alla sicurezza e alla qualità vita. Chiediamo anche la riapertura del casello di Roseto degli Abruzzi, poiché in assenza di questo risulta inefficace l’adozione degli accorgimenti del piano neve stabiliti dalla prefettura per stoccare il flusso di mezzi”. All’incontro di questa mattina hanno partecipato anche il sindaco di Silvi, Andrea Scordella, il vicesindaco di Roseto degli Abruzzi, Simone Tacchetti, il presidente del Consiglio comunale di Giulianova, Paolo Vasanella, il consigliere regionale Pietro Quaresimale e gli amministratori delle città interessate.

IL SERVIZIO



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *