Casa di riposo Sant’Omero: 22 dipendenti senza stipendio da sei mesi

Casa di riposo Sant’Omero: 22 dipendenti senza stipendio da sei mesi

Sono indietro con gli stipendi di ben sei mensilità, oltre la tredicesima: la situazione dei 22 operatori della casa di riposo “C. Campanini” di Sant’Omero è portata alla ribalta dal consigliere regionale del Partito Democratico, Dino Pepe. “Alla faccia delle numerose rassicurazioni giunte dai vertici della Regione Abruzzo e dal Governatore romano Marsilio – afferma il politico democratico in una nota – sono abbandonati da mesi al loro destino, tra turni massacranti dovuti alla carenza di personale e condizioni lavorative sempre più proibitive che toccano tutti i dipendenti della cooperativa che gestisce la struttura. Solo i sindacati costantemente attenzionano e seguono la triste vicenda”.

La peculiarità della vicenda è che solo i lavoratori della casa di riposo di Sant’Omero (struttura che deve ancora vedere risolta la problematica della sede, attualmente ospitata in un immobile di proprietà del Comune in attesa della ristrutturazione della storica sistemazione) vivono questa difficile situazione: “Attualmente solo le strutture della Val Vibrata soffrono così – osserva Pepe – infatti gli stipendi arretrati si registrano esclusivamente nelle tre case di riposo di Civitella del Tronto, Nereto e Sant’Omero. A Civitella uno stipendio indietro e a Nereto una mensilità più la tredicesima. La Val Vibrata non merita di essere trattata così dal centrodestra – affonda Pepe – Sono mesi che il governo Marsilio promette fondi alla Asp”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *