Civitella, focolaio nella casa di riposo: ricoverati due dei 35 positivi

Civitella, focolaio nella casa di riposo: ricoverati due dei 35 positivi

Si è svolto oggi, nella casa di riposo “Alessandrini” di Civitella del Tronto, il tavolo tecnico di lavoro per la gestione dell’emergenza Covid 19 in atto nelle case di riposo dell’ASP 1 della provincia di Teramo. Proprio nella struttura cinisellese ieri si sono registrati 35 casi positivi tra ospiti e personale. All’incontro hanno partecipato il direttore sanitario della ASL di Teramo, Maurizio Brucchi, il presidente della ASP 1, Elisabetta Cantore, il membro del Cda dell’ASP 1, Alberto Covelli, la direttrice facente funzioni, Sandra Di Domenico, il responsabile Covid ASP 1, Francesco Sbraccia, il direttore del Dipartimento Assistenza Territoriale della Asl, Valerio Profeta, il primario di Medicina Interna dell’ospedale “Mazzini”, Francesco Delle Monache, e l’assessore del Comune di Civitella, Gennarino Di Lorenzo, presente su mandato del sindaco di Civitella Cristina Di Pietro. Tra i presenti, in rappresentanza della cooperativa Filadelfia, che gestisce i servizi socio-sanitari di assistenza agli ospiti, Erso Nori e Paola Palucci.

La riunione ha confermato che tutti gli ospiti sono stati controllati, presso la struttura, da cinque medici, di cui due messi a disposizione dall’Usca e tre dalla ASP 1. Gli ospiti sono stati visitati e sono stati ripetuti i tamponi a tutti, per un totale di 112 test eseguiti. Attualmente due dei 35 anziani positivi hanno avuto necessità di ricovero ospedaliero, gli altri sono in buone condizioni, con un monitoraggio h24. La cooperativa ha garantito la copertura completa dei turni con l’impiego di tutto il personale necessario. Già nella giornata di ieri si è provveduto all’isolamento delle persone contagiate, il personale sanitario è dotato dei dispositivi di sicurezza adeguati e nella giornata di lunedì sarà effettuato un ulteriore rifornimento di ogni presidio necessario. Per motivi precauzionali e per contenere la ulteriore possibilità di contagio, la refezione interna è stata sospesa e si è passati al veicolato esterno tramite l’azienda PAP e, pertanto, sono stati esternalizzati anche i servizi di lavanderia. “La situazione – assicura la ASP 1 – è al momento sotto controllo. La Asl é al fianco dell’ente nella gestione dell’emergenza sanitaria, garantendo un monitoraggio costante ed un intervento celere ed efficiente a tutela della salute degli ospiti e del personale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *