VIDEO | Consiglio regionale, la Lega abbandona l’aula: maggioranza spaccata sulle nomine

VIDEO | Consiglio regionale, la Lega abbandona l’aula: maggioranza spaccata sulle nomine

Strappo della Lega in Consiglio regionale. Come annunciato dal coordinatore abruzzese Luigi D’Eramo, il gruppo guidato dal consigliere Pietro Quaresimale ha abbandonato l’aula facendo mancare il numero legale in dissenso con l’ordine del giorno che prevedeva la nomina del componente della sezione regionale della Corte dei Conti (poltrona destinata all’ex assessore regionale Paolo Gatti) e la modifica dello Statuto regionale per la surroga in Consiglio del Sottosegretario alla presidenza (carica oggi ricoperta da Umberto D’Annuntiis). Tensione all’interno della maggioranza e polemica vibrante delle opposizioni: il M5S ha indossato una maglietta con la scritta “Emergenza Poltronavirus”. Tra le nomine saltate anche il componente dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale” (designato in pectore Davide Calcedonio Di Giacinto).

La seduta odierna del Consiglio regionale si è aperta con le comunicazioni del presidente della Giunta, Marco Marsilio, e dell’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, sull’emergenza coronavirus. Subito dopo su proposta del gruppo consiliare della Lega è stato presentato un ordine del giorno che impegna il governo regionale a costituire una cabina di regia composta “dalle migliori energie regionali in campo economico, giuridico, imprenditoriale e sociale, senza emolumenti” che si occupi di proporre misure per fronteggiare l’emergenza socio-economica riferita alle aree interne ed ai territori colpiti dai terremoti degli scorsi anni. Tra le misure economiche proposte anche il contenimento della spesa pubblica delle partecipate regionali e interventi per il miglioramento del sistema bancario regionale. Dal punto di vista dell’emergenza sanitaria il documento della maggioranza propone di accelerare le procedure necessarie per consentire alle Asl l’assunzione straordinaria di medici e personale, di reperire risorse per l’acquisto urgente di apparecchiature e test diagnostici. Il documento è stato approvato a maggioranza con il voto contrario del M5S e il voto favorevole dei gruppi di centrosinistra.

Successivamente l’aula ha preso atto delle dimissioni del consigliere regionale Giovanni Legnini, votata al’unanimità da tutti i consiglieri regionali. Il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, ha infine sospeso per pochi minuti i lavori dell’aula al fine di riunire l’Ufficio di Presidenza per completare l’iter della surroga e dichiarare la sua sostituzione con il candidato a consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci in quanto risultato primo dei non eletti tra i candidati nella lista circoscrizionale dell’Aquila. L’efficacia del subentro di Pietrucci decorre dal giorno successivo all’adozione del Consiglio regionale della relativa delibera  fermo restando la convalida in base all’articolo 29 dello Statuto regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *