Consiglio regionale, tensioni in maggioranza: salta il numero legale

Consiglio regionale, tensioni in maggioranza: salta il numero legale

Il Consiglio regionale riunito questa mattina in seduta ordinaria ha svolto i seguenti documenti politici: l’interrogazione a firma del consigliere Silvio Paolucci su “Masterplan per l’Abruzzo-Patto per il Sud”; l’interpellanza a firma del consigliere Domenico Pettinari su “Adempimenti attuativi sul riordino della rete della residenzialità psichiatrica”; interpellanza a firma del consigliere Francesco Taglieri su “Stabilizzazione del personale sanitario attraverso procedura di reinternalizzazione”; interpellanza a firma del consigliere Marco Cipolletti su “Realizzazione piattaforma rifiuti liquidi non pericolosi presso la sede Wash Italia in Nereto”; interpellanza a firma del consigliere Antonio Blasioli su “Interventi sulle infrastrutture funzionali alla valorizzazione turistica delle stazioni invernali Passolanciano-Maielletta previsti nel Masterplan”; interpellanza a firma del consigliere Sara Marcozzi su “Disposizioni in materia di tutela delle prestazioni professionali e di equo compenso”; interpellanza a firma del consigliere Sara Marcozzi sulla “Realizzazione della discarica per rifiuti speciali non pericolosi in località S.Lucia di Atri-Realizzazione del terzo invaso”. La seduta è stata sospesa per mancanza del numero legale in aula.

Approvata legge su Agenzia di Protezione Civile Regionale

Via libera dall’Assemblea legislativa al progetto di legge che istituisce l’Agenzia di Protezione civile regionale. Il provvedimento, di iniziativa della Giunta regionale, è stato approvato a maggioranza con l’astensione del M5S e del centrosinistra. L’agenzia avrà sede all’Aquila e sarà dotata di piena autonomia organizzativa, gestionale, contabile e finanziaria. Sono organi dell’agenzia: il direttore e il revisore legale. L’incarico di direttore dell’agenzia viene conferito dalla Giunta regionale e il suo trattamento economico è parificato a quello degli altri direttori regionali. Il revisore viene nominato dal Consiglio regionale e dura in carica tre anni. La giunta regionale approva, su proposta del direttore dell’agenzia, il programma annuale dell’agenzia, la cui approvazione è subordinata all’acquisizione, da parte della Giunta, del parere del revisore legale e della competente commissione consiliare. L’agenzia, oltre ai compiti di protezione civile, avrà anche il compito di fare informazione e comunicazione, sensibilizzazione e attività di educazione civica, con particolare riferimento alle popolazioni sottoposte a rischio. Il controllo sull’agenzia è esercitato dalla Giunta regionale che applica sulla stessa il controllo analogo come per le società in house della Regione Abruzzo.

Nuovi fondi per le piccole imprese del cratere

Un progetto di legge finalizzato ad apportare alcune modifiche alle leggi regionali 9/2019 e 40/2010 con riferimento all’istituto del vitalizio e della indennità a carattere differito, nonché a rifinanziare ulteriormente per l’esercizio 2019 la legge regionale 49/2017 che disciplina i benefici economici a favore delle piccole e piccolissime imprese del cratere del sisma 2016 e 2017. E’ questo il contenuto dell’altro progetto di legge (a firma Sospiri, Pepe, D’Incecco) approvato (a maggioranza con l’astensione del M5S) dall’aula nel pomeriggio. In particolare, gli istituti del vitalizio e dell’indennità differita, a seguito dell’attuazione dell’intesa Stato – Regioni, conseguente all’attuazione della legge dello Stato 145/2018, (articolo 1 commi 965 e seguenti), sono stati rideterminati applicando il metodo contributivo. Tale significativa modifica di determinazione degli importi spettanti, assimila, in sostanza, gli stessi ad un trattamento economico retributivo derivante da rapporto di lavoro subordinato. Ciò posto, le norme che si introducono estendono, anzitutto e conseguentemente, il medesimo trattamento fiscale riservato alla quota contributiva che è a carico del datore di lavoro a quella prevista dalla legge regionale 9/2019 per la costituzione del fondo che finanzia l’indennità a carattere differito. Inoltre, si prevede la possibilità di rinuncia all’adesione al fondo entro un periodo di un anno dalla data della stessa, con il conseguente rimborso dei contributi medio tempore versati. Infine, agli istituti in parola, è esteso il medesimo trattamento previsto dalla legislazione vigente in materia di sequestro, pignoramento o cessione degli importi spettanti, applicabile alle retribuzioni spettanti ai dipendenti pubblici. Inoltre si provvede al rifinanziamento della legge regionale 49/2017 per 93.000 mila euro (ulteriore stanziamento per la terza graduatoria) con le risorse destinate al finanziamento di nuove iniziative legislative esistenti nel bilancio del Consiglio regionale per l’esercizio 2019, a motivo della esistenza di una graduatoria di imprese ancora finanziabili. 

Autostrade: approvata mozione di Sandro Mariani

Approvata all’unanimità la mozione a firma di Sandro Mariani (Abruzzo In Comune) con la quale si chiede al governo regionale di interloquire con il concessionario delle Autostrade e il Ministero delle Infrastrutture al fine di conoscere quali provvedimenti siano stati adottati per garantire con la massima celerità la messa in sicurezza dell’autostrada e il ripristino delle funzionalità della A14 tra Marche e Abruzzo. Con la mozione il consigliere Mariani ha inoltre chiesto che la Regione si faccia carico di richiedere una riduzione del pedaggio autostradale nelle tratte interessate dai provvedimenti giudiziari di sequestro. Il Sottosegretario Umberto D’Annuntiis seguirà il proseguo della vicenda interessando Governo e Ministero competente. 

Pepe: “Giunta non risponde a nostre interrogazioni”

“Le tensioni che serpeggiano nella Giunta, dopo le ultime nomine imposte dal Governatore romano, evidentemente si fanno sentire anche in Consiglio Regionale e così oggi, a soli 9 mesi dall’insediamento della nuova maggioranza a trazione leghista, è venuto a mancare anche il numero legale in Consiglio” dichiara il consigliere e vice capogruppo regionale del Pd, Dino Pepe. “Ma questo è solo l’inizio di una giornata nata evidentemente storta per il centrodestra visto che in Prima Commissione hanno presentato, e poi ritirato, un emendamento per destinare contributi ad alcune associazioni di protezione civile, una mossa che evidentemente non era stata condivisa con tutti e che avrebbe creato ulteriori frizioni. Stessa sorte, in Consiglio, è toccata poi ad una proposta di legge del vicepresidente del Consiglio Regionale, Roberto Santangelo, sui 50 anni del Consiglio Regionale che è stata, in fretta e furia, tramutata in semplice risoluzione. Insomma – prosegue Pepe – gli strascichi delle lotte intestine in una maggioranza interessata solo a poltrone ed incarichi si fanno sentire e intanto, a pochi giorni dalla fine dell’anno, sull’approvazione del bilancio da parte della Giunta tutto tace”.

“Oltre a questo quadretto non proprio edificante sono nuovamente costretto a sottolineare come gli assessori, malgrado i continui richiami, non siano presenti in aula per rispondere alle interpellanze presentate dai consiglieri. Stamane si discuteva dell’interpellanza sul futuro della Casa di Riposo “C. Campanini” di Sant’Omero, ma con l’assessore Fioretti assente per motivi famigliari nessuno in Giunta, compreso il presidente Marsilio che la scorsa primavera si recò in campagna elettorale a Sant’Omero e tenne un comizio dinanzi alla struttura con mirabolanti promesse annesse, è stato in grado di darmi uno straccio di risposta per capire cosa la maggioranza intenda fare su questo delicato tema per la Val Vibrata” conclude Pepe. “Insomma, in una giornata decisamente storta per il Consiglio abruzzese, vorrei però chiudere con una piccola nota positiva, è stata approvata la proposta di legge 87/2019, di cui sono primo firmatario, che contribuisce con altre 93 mila euro la graduatoria della legge 49/2107 per le piccole e piccolissime imprese del cratere 16/17”. 

Quaresimale: “In un anno aiuti per 58 imprese”

“Questo governo non lascerà indietro nessuno. Oggi il rifinanziamento della legge a sostegno delle piccole imprese del cratere 2016, consente a tante attività imprenditoriali in difficoltà di tirare un sospiro di sollievo”. Il capogruppo di Lega Abruzzo, Pietro Quaresimale, plaude alla nuova tranche di finanziamenti approvata questa mattina in Consiglio regionale: 93mila euro che si aggiungono alle 253mila stanziate qualche mese fa. “La norma consente di ampliare la platea delle imprese che, seppur in linea con i criteri del bando, non erano riuscite ad accedere ai contributi dedicati a investimenti e a risarcimento danni” spiega il consigliere. “Dalla nascita di questo governo siamo riusciti ad elargire aiuti per 58 imprese che operano tra le province di Teramo, L’Aquila e Pescara. L’obiettivo è quello di esaurire l’intera graduatoria in breve tempo”. Gli interventi finanziati derivano per intero da risparmi sulle attività del Consiglio regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *