Consorzio Piomba-Fino, Atri chiede la sostituzione del Commissario

Consorzio Piomba-Fino, Atri chiede la sostituzione del Commissario

Impegnarsi a rappresentare agli organi regionali competenti la necessità di procedere alla sostituzione del Commissario del Consorzio Piomba-Fino e di adoperarsi per dare piena attuazione della Legge Regionale n.36/13 che prevede l’istituzione dell’Ato Abruzzo e dell’AGIR al fine di migliorare l’organizzazione territoriale e l’esercizio appropriato delle funzioni pubbliche relative al servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani.

Questo in sintesi quanto deliberato nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Atri. Presente durante il consiglio comunale il consigliere regionale Emiliano Di Matteo il quale ha sottolineato il suo impegno a intervenire nei confronti dell’Assessore regionale al ramo al fine di modificare il Piano regionale dei rifiuti e scongiurare definitivamente l’ampliamento della discarica.

La posizione del consiglio Comunale di Atri – dichiara l’Assessora all’Ambiente del Comune di Atri, Mimma Centorame – è stata sempre molto chiara sull’argomento, essendosi sempre concretamente schierata a favore del territorio opponendosi alla realizzazione del nuovo invaso della discarica di Santa Lucia e dimostrando una manifesta contrarietà rispetto agli atti assunti dal Consorzio Piomba Fino diretto dal Commissario Straordinario, l’Architetta Laura D’Alessandro. Abbiamo quindi deliberato di chiedere la sostituzione del Commissario in quanto non risponde più alle richieste dei cittadini, del territorio e dei Comuni di maggioranza del Consorzio e neanche della Regione. E’ auspicabile avere qualcuno con cui poter confrontarsi con una strategia finalizzata a eliminare l’ipotesi del terzo invaso in una zona in cui tecnicamente la discarica non può essere fatta e a continuare nelle attività di bonifica dei vecchi invasi”.

“La sostituzione del Commissario – aggiunge il Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti – è necessaria dopo la bocciatura da parte del CCR-VIA del progetto di ampliamento della discarica presentato dal Consorzio Piomba-Fino, l’interesse principale del nostro territorio è quello di procedere alla bonifica della discarica di Santa Lucia per poter giungere alla definitiva chiusura dell’invaso e non, certamente, assistere all’azione di forza perseguita dal Commissario con il ricorso al TAR contro la decisione assunta dal Comitato di Coordinamento Regionale per la Valutazione di Impatto Ambientale. Un ricorso che auspichiamo venga ritirato prima di entrare nella fase della discussione. Per poter raggiungere questi fondamentali obiettivi, come consiglio Comunale, riteniamo prioritario, essendo al contempo molto fiduciosi, che l’AGIR al più presto inizi a svolgere le proprie funzioni e che la Regione Abruzzo provveda, inoltre, ad una valutazione generale del sistema rifiuti coinvolgendo i Comuni in cui insistono discariche come parte integrante e sostanziale nella nuova e sostenibile pianificazione del sistema raccolta e smaltimento dei rifiuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *