Contributo sisma e Superbonus: l’Aniem Teramo “benedice” la guida operativa

Contributo sisma e Superbonus: l’Aniem Teramo “benedice” la guida operativa

“Finalmente è arrivata”. Queste le prime parole del presidente del collegio costruttori Aniem Teramo, Fiorenzo Polisini, dopo la pubblicazione della guida operativa sul contributo sisma e sul superbonus 110%. “Sono mesi che molte imprese associate e altrettanti tecnici attendono la pubblicazione di questa guida – dichiara Polisini – Le ordinanze del commissario hanno più volte sancito la possibilità di integrare il contributo pubblico concesso dall’ufficio speciale con le detrazioni fiscali, in particolare la possibilità di accedere al superbonus per la cosiddetta quota in accollo ai proprietari, ma mancavano le regole per rendere operativo tutto ciò. In particolare – spiega Polisini – aspettavamo con ansia alcune rassicurazioni, che finalmente sono state messe nero su bianco. Molti lavori in corso d’opera, in cui è prevista una quota importante di accollo e che si sono fermati in questi mesi, oggi possono finalmente riprendere conoscendo le regole del gioco”.

Da una prima lettura della guida, il presidente dell’Aniem si dice soddisfatto sotto diversi aspetti: “Molte richieste avanzate in questi mesi sono state accolte e per questo voglio ringraziare pubblicamente sia la struttura commissariale, incontrata e sentita più volte nella persona del commissario Giovanni Legnini e del dottor Nicola Salini, sia l’onorevole Antonio Zennaro che ha recepito da subito le nostre istanze e se n’è fatto portatore nei confronti del commissario e soprattutto della direzione generale dell’Agenzia delle Entrate – continua Polisini – Apprezziamo molto la possibilità che la detrazione fiscale possa essere riconosciuta su tutte le spese in più, anche su quelle di completamento e non solo relative agli interventi previsti dal superbonus. Fondamentale che, per le pratiche in corso d’opera, sia stato precisato chiaramente che le famose asseverazioni necessarie e normalmente richieste dalla normativa fiscale prima dell’avvio dei lavori, possano essere presentate in sede di variante progettuale o come documentazione integrativa nel corso dei lavori”.

“La combinazione del contributo sisma con il superbonus consentirà di migliorare ulteriormente la sicurezza sismica e l’efficienza energetica degli edifici – prosegue Polisini – tutto ciò sarà ulteriormente favorito se sin da subito si decida di prorogare gli incentivi fiscali almeno a tutto il 2023, senza attendere la legge di bilancio, come dichiarato dal Governo nei giorni scorsi. Rimandare l’estensione del superbonus alla legge di bilancio – conclude Polisini – significherebbe aspettare dicembre prossimo, ciò creerebbe problemi di organizzazione a noi operatori e incertezze nei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *