Controguerra, “Alle 9 della Sera” si parla di sviluppo sostenibile e turismo integrato

alle 9 della sera

Controguerra, “Alle 9 della Sera” si parla di sviluppo sostenibile e turismo integrato

Prosegue la quarta stagione dell’iniziativa dal titolo “Alle 9 della Sera”. Venerdì 11 ottobre alle ore 21:00, presso l’Enoteca comunale, l’Assessorato alla cultura di Controguerra propone un nuovo appuntamento dove il vicesindaco Fabrizio Di Bonaventura presenterà una tavola rotonda con la partecipazione di alcuni giornalisti: “Alle 9 della Sera – Giornalista di Professione: sviluppo sostenibile e turismo integrato“.

Parteciperanno giornalisti ed esperti di settore: Antimo Amore, Giammaria De Paulis, Salvatore Florimbi, Sandro Galantini, Simone Gambacorta, Paolo Marinucci, Dino Mastrocola, Lino Nazionale, Luigi Prosperi, Lorenzo Valleriani,  e Luca Zarroli. “Una serata che si struttura volutamente con la presenza di un gruppo nutrito di partecipanti”, dichiara Fabrizio Di Bonaventura, “perché saranno importanti le loro testimonianze ed esperienze riguardo una tematica piuttosto complessa ed articolata, sicuramente avvolta da un grande fascino che riscuote un certo interesse perché legato ad un settore strategico dello sviluppo economico. Al termine di questa stagione estiva, ricca di avvenimenti non solo per il nostro Comune, sarebbe sicuramente interessante conoscere i dati statistici regionali del comparto turistico che potrebbero essere inseriti all’interno del dibattito insieme ad ulteriori spunti utili ad innescare un approfondimento sul tema con persone che, anche nella loro quotidianità, si misurano con questi argomenti. L’idea è anche quella di inserire nel dibattito degli spunti legati al contesto territoriale, culturale, storico, enogastronomico ed ambientale che stimolino, da una parte l’approfondimento e dall’altra la nascita di un’eventuale proposta. Tutto ciò anche per tracciare un idea di prodotto turistico che può essere considerato come un insieme di fattori ambientali e strumentali che vadano a definire un’idea di prodotto inteso come “area turistica” anche in periodi non definiti stagionali e con problematiche di carattere economico legate alla mancanza di servizi e risorse. Un’iniziativa che si propone con tanti elementi e spunti di discussione che su questo tema specifico può riscuotere l’interesse di una platea ampia e non solo di settore”.

GUARDA L’INTERVISTA A FABRIZIO DI BONAVENTURA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *