Controguerra, convegno su olio nuovo e oliva ascolana dop

Controguerra, convegno su olio nuovo e oliva ascolana dop

Le iniziative organizzate dall’amministrazione comunale di Controguerra nel mese di dicembre proseguono seguendo il programma redatto ad inizio anno. Il Comune aderente all’Associazione Città dell’Olio propone una nuova iniziativa dedicata al settore olivicolo: “Olio Nuovo – Oliva Ascolana del Piceno DOP: un’opportunità di rilancio integrato di Agricoltura e Turismo”. Il convegno tematico, che si terrà giovedì 12 dicembre alle ore 17:30 presso l’Enoteca comunale di Controguerra, avrà come ospiti il funzionario agronomo della Regione Abruzzo Luciano Pollastri, il dirigente servizio territoriale Est Teramo Dipartimento Agricoltura Bernardo Serra, il consigliere comunale di Ascoli Piceno Micaela Girardi e l’agronomo responsabile della Confederazione Italiana Agricoltori Ascoli-Fermo-Macerata e produttore di Oliva Ascolana del Piceno DOP Ugo Marcelli. L’incontro propone nella prima parte un’attenta analisi rivolta alla stagione olivicola che si sta concludendo durante la quale verrà proposta una sessione di degustazione sensoriale di olio nuovo. A seguire il focus verterà sull’Oliva Ascolana del Piceno DOP come prospettiva di valorizzazione del territorio e come opportunità di profitto per gli agricoltori.

Al termine dell’iniziativa il sindaco Franco Carletta premierà gli autori degli scatti fotografici realizzati durante la terza edizione della “Camminata tra gli Olivi”. Tutte le foto sono visionabili sui social perché pubblicate con l’hashtag #controguerra2019 ecco tutti partecipanti: Danila Crescenzi, Di Bonaventura Mauro, Di Giuseppe Pierfrancesco, Di Natale Matteo, Palestro Alessandra, Pietropaoli Guido, Pontuti Franco, Potenza Gabriella e Quaglia Samuela. I fotografi verranno omaggiati con i prodotti delle aziende del territorio di Controguerra.

“Attraverso queste iniziative – dichiara l’assessore Fabrizio Di Bonaventura – intendiamo portare avanti una programmazione che veda sempre più protagonista la crescita dei settori produttivi di eccellenza del nostro territorio. Il settore olivicolo è uno dei principali e sarebbe necessario favorirne la crescita proprio perché vi sono delle potenzialità che con il tempo si rende necessario sviluppare. Di certo, iniziative di qualità potranno accrescere l’interesse verso questo settore e favorire nuove opportunità alla collettività non solo attraverso la preparazione di figure professionali ma anche promuovendo nuove attività imprenditoriali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *