Coronavirus: a Bellante la Protezione Civile ha assistito 250 famiglie

Coronavirus: a Bellante la Protezione Civile ha assistito 250 famiglie

Prosegue incessante l’attività della sezione di Bellante della Protezione Civile “Gran Sasso d’Italia”, che nell’emergenza Covid-19 sta coprendo l’intero territorio comunale con i propri volontari. Tra le prime attività richieste, da quando il 9 marzo scorso è stato aperto il COC, ci sono stati la consegna a domicilio della spesa e il ritiro dei farmaci per le persone impossibilitate a spostarsi. “Ad oggi abbiamo servito più di 250 famiglie con il nostro aiuto, tra emergenza Covid-19, maltempo, neve e i diversi presidi prestati sia alla ASL a Mosciano che davanti agli uffici postali del nostro comune”, dicono dall’associazione che ha all’attivo una trentina di volontari, “In particolare, durante la settimana della nevicata e nei giorni seguenti, ci siamo trovati ad operare su due fronti poiché alla situazione determinata dal Coronavirus si è aggiunta la necessità di intervenire sulla viabilità, ostruita da rami e fango a causa delle condizioni meteo avverse”. I volontari dell’associazione non hanno limitato il loro impegno neanche durante le festività. “Per Pasqua abbiamo consegnato a più di 350 bambini pulcini di cioccolato, puzzle e biscotti portando ai piccoli e alle loro famiglie un sorriso”, spiegano dall’associazione guidata dalla presidente Caterina Carrino e dal vice Alessio Compagnoni, “Quello che siamo riusciti a realizzare finora, ovviamente, è frutto anche della piena collaborazione tra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Melchiorre e i volontari coordinati dal Direttivo”. “Quanto a noi, ci reputiamo molto più che una semplice squadra unita: ci sentiamo come una grande famiglia che pone la propria opera e il proprio tempo a disposizione della comunità, in favore del territorio”, concludono dalla sezione di Bellante, “Cogliamo l’occasione per ringraziare quanti hanno contribuito (e contribuiranno) con una donazione a sostegno delle attività della nostra Protezione Civile. Anche il più piccolo contributo è una risorsa importante perché ci permette di continuare a svolgere il nostro lavoro al servizio della cittadinanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *