Coronavirus: accordo Regione-Poste per consegna mascherine agli abruzzesi

Coronavirus: accordo Regione-Poste per consegna mascherine agli abruzzesi

Ogni famiglia abruzzese riceverà una busta contenente due mascherine direttamente a casa, nella cassetta postale. Lo ha annunciato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, intervenendo oggi a palazzo Silone, a L’Aquila, in un punto stampa. Saranno raggiunte così circa 650 mila famiglie per un totale di un milione e mezzo di mascherine. La Regione, infatti, ha raggiunto un accordo con Poste Italiane che a titolo gratuito consegnerà a domicilio le mascherine. Gli abruzzesi si vedranno consegnare a casa il loro dispositivo di protezione individuale in assoluta sicurezza.

“Siamo riusciti in questi mesi – ha aggiunto Marsilio – con grande sforzo, a reperire sul libero mercato milioni di mascherine che abbiamo consegnato in prima battuta a operatori sanitari, lavoratori e persone impegnate in prima linea nell’emergenza. Ora procediamo con tutta la popolazione. E proprio per andare incontro alle esigenze di tutti abbiamo siglato questo accordo con le Poste, che ringraziamo vivamente, in particolare l’amministratore delegato Matteo Del Fante e il vice direttore generale Giuseppe Lasco. Il servizio è offerto gratuitamente per ricominciare a parlare del nostro futuro. Non vogliamo lasciare indietro nessuno. Ringrazio di cuore anche la committenza, la protezione civile abruzzese per l’assistenza alla popolazione e tutti coloro che si sono prodigati per consentire il più ingente scarico di dispositivi di protezione individuale finora fatto in favore della nostra regione con l’ultima attività di scarico che ha visto la consegna di 33 bancali per complessivi 1.500.000 pezzi. L’attività di reperimento di questo materiale ha visto impegnati vari soggetti istituzionali che meritano un ringraziamento per l’impegno profuso: per il supporto tecnico, in particolare alla Spedizioni Perticone e Dogana di Pescara; per l’attenzione e la celerità nelle operazioni, alla Dogana dell’aeroporto di Venezia, alla società fornitrice Tron Group Holding per la dedizione, la serietà e la professionalità mostrata. Abbiamo profuso un grande sforzo per reperire anche ventilatori, in totale 85 di cui 30 consegnati e già in gran parte collaudati e messi in funzione nelle Asl abruzzesi”.

Marsilio si è soffermato poi sul contributo relativo al Bonus Famiglia. Le domande pervenute alla scadenza del bando, sono state quasi 18.000. La Giunta ha deciso di attribuire il massimo del contributo, pari a 1.000 euro, alle prime due fasce di priorità: nuclei familiari in cui siano presenti persone in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza e nuclei familiari con almeno tre figli o altre persone a carico. Si provvederà successivamente, in base alle economie restanti, a finanziare anche la terza fascia di priorità ovvero le famiglie con due figli a carico, fino ad esaurimento del fondo assegnato che complessivamente ammonta a 5 milioni di euro.  Sono circa tremila le famiglie che beneficeranno del bonus. La giunta chiederà al Consiglio regionale di provvedere, con apposita legge, al rifinanziamento del bonus famiglia, al fine di riuscire ad evadere tutte le richieste di contributo pervenute alla Regione. Nelle prossime ore verrà effettuato l’accredito del contributo, direttamente sui conti correnti dei beneficiari.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *