Coronavirus, Mariani: “Inaccettabile quanto sta accadendo al Mazzini”

Coronavirus, Mariani: “Inaccettabile quanto sta accadendo al Mazzini”

“Al Mazzini di Teramo siamo all’ennesimo reparto contaminato e chiuso. Dopo Oncologia, Medicina e contagi di medici e infermieri in numerosi reparti, ora anche Neurologia. Il numero di operatori sanitari e pazienti contagiati nell’ospedale del capoluogo di provincia corrisponde alla quasi totalità dei positivi a Teramo. L’ospedale è il focolaio, tutto questo è inaccettabile”. Tuona contro la Asl il consigliere regionale Sandro Mariani (Abruzzo in Comune). “Non c’è una testa che pensa e organizza, né in Regione né in seno alla Asl: questo è il problema che bisogna risolvere prima che si trasformi in dramma.  Sono settimane che chiedo un commissario in grado di affrontare con celerità la situazione: dalla pianificazione dei tamponi all’isolamento dei reparti, dalle strutture per i sanitari a quelle per i positivi, dalla strategia per la prevenzione territoriale all’attuazione di protocolli ospedalieri efficaci. Sono settimane che Regione e Asl perdono tempo, mostrando tutta l’inadeguatezza nel gestire questa emergenza”. Mariani è critico anche nei confronti del gruppo tecnico di supporto alla Direzione generale: “Al commissariamento si è preferita la nomina, a supporto della direzione sanitaria di Teramo, di una figura della quale non è noto neppure il curriculum (Corrado Picone, ndr), tanto da spingere ad un accesso agli atti il Coordinamento nazionale dei medici ospedalieri”. Per Mariani “continua ad essere carente la comunicazione e la mappatura del contagio e sempre più i cittadini percepiscono, giustamente, l’ospedale come un pericolo. Oggi stesso anch’io presenterò un accesso agli atti – conclude il consigliere regionale – e continuerò in ogni azione possibile e percorribile per garantire a operatori sanitari e cittadini l’attenzione e la sicurezza che meritano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *