VIDEO | Coronavirus, primo caso in Abruzzo: è un lombardo in vacanza a Roseto

ospedale teramo

VIDEO | Coronavirus, primo caso in Abruzzo: è un lombardo in vacanza a Roseto

Il primo caso di Covid-19 riscontrato oggi in provincia di Teramo. Si tratta di un uomo di 50 anni residente a Brugherio, in Brianza, che venerdì è arrivato insieme alla famiglia a Roseto degli Abruzzi per qualche giorno di vacanza nella loro abitazione di villeggiatura. Il paziente, al presentarsi dei sintomi della malattia, è stato ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Teramo e sottoposto al primo test che – eseguito a Pescara – ha dato esito positivo. Presenta un quadro clinico non compromesso ed è in buone condizioni di salute. Il resto della famiglia (moglie e due figli) è attualmente in isolamento domiciliare presso l’abitazione di Roseto degli Abruzzi. La conferma del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame che saranno resi noti oggi pomeriggio dall’Istituto Spallanzani di Roma.

Riunione in Prefettura

E’ stata convocata alle 16:00 in Prefettura una riunione straordinaria del Comitato Ristretto dei Sindaci in seno alla ASL, convocata dal presidente Gianguido D’Alberto, per fare il punto sull’evoluzione del contagio da coronavirus in provincia di Teramo. Parteciperanno tutte le istituzioni interessate dal problema, l’assessore alla Sanità regionale Nicoletta Verì, rappresentanti della Protezione Civile regionale, il presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura, il sindaco di Roseto degli Abruzzi, Sabatino Di Girolamo, e gli altri sindaci che, pur non facendo parte del Comitato Ristretto, saranno presenti per garantire la più ampia collaborazione possibile tra i vari enti. “Siamo pronti già da tempo, tutti insieme, a fronteggiare l’emergenza – dichiara il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto – I protocolli sanitari previsti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, dal Ministero della Salute e dalla Regione Abruzzo sono attivi e operativi e, al momento, la situazione è sotto controllo. Approfitto dell’occasione per ringraziare tutti gli operatori sanitari della ASL che, ancor più in questa circostanza, si prodigano per garantire la salute e la sicurezza di tutti i cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *