Covid 19, continua aumento dei ricoveri in Abruzzo: +20 (76 in terapia intensiva)

Covid 19, continua aumento dei ricoveri in Abruzzo: +20 (76 in terapia intensiva)

Sono 502 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 5.108 tamponi molecolari (indice di positività del 9,83%). Sono stati eseguiti anche 14.989 test antigenici. Si registrano dieci decessi che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.620. Le zone più colpite sono ancora una volta il Pescarese e il Chietino, dove dilaga la variante inglese, responsabile di oltre il 60% dei casi. La località con più contagi recenti è sempre Pescara (90), seguita da Montesilvano (44) e Chieti (32). A livello provinciale l’incremento più consistente si registra nel Pescarese (+227), seguito dal Chietino (+136). Poi ci sono le province di Teramo (+78) e L’Aquila (+57). Aumenta rapidamente il numero degli attualmente positivi, che sono 441 in più, per un totale di 12.924 persone. I guariti sono 36.548 (+52).

Continua il rapido aumento dei ricoveri in Abruzzo, che passano dai 642 di ieri ai 662 di oggi. Le terapie intensive arrivano a quota 76 e si avvicinano al record di 77 registrato a novembre. Il tasso di occupazione dei posti letto di rianimazione raggiunge il 40,2%, a fronte di una soglia di allarme del 30%. Nelle ultime ore in terapia intensiva c’è un paziente in più rispetto a ieri, al netto di decessi, dimissioni e nuovi accessi. In area medica ci sono 586 pazienti, cioè 19 in più rispetto a ieri. In questo caso il tasso di occupazione dei posti letto è del 39% circa e si avvicina al livello di allerta del 40%. Gli altri 12.262 attualmente positivi (+421) sono invece in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *