Covid 19, in un anno controllate dalla Polizia di Teramo 24.000 persone

Covid 19, in un anno controllate dalla Polizia di Teramo 24.000 persone

Anche la Questura di Teramo ha celebrato oggi il 169° anniversario della fondazione della Polizia di Stato. La ricorrenza si è svolta in forma ristretta, senza la presenza di pubblico, nel rispetto delle normative anti-Covid. “Esserci sempre” è stato il motto scelto per identificare anche l’anno ormai trascorso dalla precedente ricorrenza: e la Polizia di Stato c’è anche per l’emergenza sanitaria che perdura. Sulle strade, nelle aree urbane, nei comuni delle zone rosse, nell’arco delle 24 ore gli agenti sono vicini alla gente per prevenire comportamenti scorretti e sanzionare quei cittadini che, seppur in minoranza, ancora non rispettano le regole mettendo in pericolo la propria e l’altrui salute.

I dati forniti dalla Questura, riferiti all’anno trascorso dal marzo 2020, riportano il numero di 24.006 persone controllate in provincia di Teramo, 223 persone sanzionate, 330 persone denunciate, 281 esercizi commerciali controllati e 42 titolari sanzionati.

Unico momento ufficiale della ricorrenza, questa mattina alle 10, la deposizione della corona d’alloro alla stele in Questura che ricorda il sacrificio di Settimio Passamonti e commemora anche quello di tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato deceduti in servizio o per attività di servizio. Presente il prefetto Angelo de Prisco, il presidente della Sezione A.N.P.S., con la benedizione del vescovo Lorenzo Leuzzi, ha potuto partecipare solo una piccola rappresentanza dei vari uffici della Polizia di Stato operanti in provincia di Teramo, per il pieno rispetto del distanziamento sociale vigente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *