Covid 19, la Ruzzo Reti rinvia il pagamento delle bollette per le attività ferme

Covid 19, la Ruzzo Reti rinvia il pagamento delle bollette per le attività ferme

Il Dpcm del 24 ottobre scorso introduce misure di contenimento del contagio relative al Covid ma nel farlo dispone la sospensione di diverse attività che, anche sul nostro territorio, tornano a soffrire e, in alcuni casi, lo fanno pesantemente.

Per questo motivo la Ruzzo Reti, senza che sin qui ci sia stata ancora alcuna indicazione da parte dell’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) o da altre organizzazioni o Istituzioni, ha stabilito che verranno prorogati i termini di pagamento delle bollette dell’acqua che sono state emesse il 21 ottobre scorso, la cui scadenza era prevista per l’11 dicembre prossimo. Quelle bollette non scadranno a dicembre 2020 ma l’11 aprile 2021 e sarà possibile anche ottenere (senza interessi) la rateizzazione del pagamento.

“La difficoltà che la nostra comunità torna a vivere non poteva che far assumere questa decisione alla Ruzzo Reti storicamente radicata sul territorio e storicamente vicina alla popolazione. Le attività che possono chiedere la proroga dei termini di pagamento sono elencate nel modulo di richiesta e sono comunque: palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, sale cinematografiche, sale da ballo e discoteche e locali assimilati, bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie” si legge nel comunicato della Ruzzo Reti.

Sul sito www.ruzzo.it si troverà il modulo di richiesta che andrà compilato e consegnato a mano negli uffici della Ruzzo Reti oppure inviato via mail: ufficio.protocollo@ruzzo.it o all’ indirizzo PEC protocollo@ruzzocert.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *