Covid 19: l’Abruzzo resta in zona arancione con Pescara e Chieti rosse

Covid 19: l’Abruzzo resta in zona arancione con Pescara e Chieti rosse

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato la nuova ordinanza che entrerà in vigore domenica 21 febbraio e assegna le regioni alle diverse fasce di colore in base alle misure di contenimento del Covid 19. L’Abruzzo, come anticipato ieri dal presidente Marco Marsilio, resta in zona arancione in virtù dell’indice Rt in leggero calo a 1,17. L’aver superato la soglia critica di occupazione delle terapie intensive (sono 70 i ricoverati) al momento non è stato considerato fattore di rischio eccessivo, anche se l’attenzione sull’Abruzzo è alta da parte dei componenti della Cabina di regia nazionale. Resta in vigore l’ordinanza di Marsilio che istituisce le zone rosse fino al 28 febbraio nelle province di Pescara e Chieti.

Sono tre le regioni che passano in zona arancione: Campania, Emilia Romagna e Molise. Prosegue anche la creazione di zone rosse per contrastare le varianti. In Umbria sono zone rosse Perugia e il Ternano. Il dato medio è 0,99. Tra le Regioni dove la variante circola di più, l’Umbria è già in zona arancione e in parte rossa mentre nelle Marche è stata isolata la provincia di Ancona, anche se la Regione questa settimana resterà gialla. “Analogamente a quanto avviene in altri Paesi europei, si raccomanda il rafforzamento/innalzamento delle misure su tutto il territorio”, scrive l’Istituto superiore di sanità. Gli esperti ribadiscono, “anche alla luce della conferma della circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità”, la richiesta di “mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone e della mobilità”. “È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile”. Come pure è essenziale “rispettare le misure” su distanziamento e mascherine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *