Covid 19, Teramo: tanta gente in strada ma poche violazioni delle regole

Covid 19, Teramo: tanta gente in strada ma poche violazioni delle regole

Servizi di controllo incrementati nel fine settimana per cercare di arginare il fenomeno degli assembramenti, come previsto dall’ultimo Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal prefetto di Teramo, Angelo De Prisco. Ieri i carabinieri di Teramo, anche per fare osservare la nuova ordinanza del 5 febbraio del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che vieta qualsiasi aggregazione nelle piazze e nei centri storici, hanno intensificato la presenza di pattuglie in particolare nel centro del capoluogo, ma anche nei Comuni maggiormente interessati dai raduni di giovani finalizzati al consumo di cibo o bevande. Secondo quanto reso noto dai Carabinieri, le violazioni riscontrate sono state esigue in quanto “il comportamento dei cittadini è stato quasi nella totalità rispettoso delle ordinanze, benché le vie del centro erano gremite di persone e tutti i locali erano molto affollati”.

In piazza S. Anna, luogo dove si ritrovano solitamente molti giovani, i militari hanno notato due persone che si muovevano con fare sospetto. Uno dei ragazzi, alla vista dei carabinieri, ha cercato di disfarsi di un involucro contenente hashish e marijuana e di un grosso coltello a serramanico. La successiva perquisizione nell’abitazione del 21enne teramano (G.V. le iniziali) ha fatto venire fuori altra droga e materiale per il confezionamento. Il ragazzo era già stato arrestato per spaccio ed è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari in attesa del processo. Il suo amico, un 20enne di Montorio al Vomano (V.K. le iniziali), già destinatario di un provvedimento di allontanamento da Teramo per spaccio, è stato denunciato.

In generale, nel corso dei servizi sono stati impegnati 18 carabinieri, sono state controllate 95 persone alle quali sono state chieste altrettante autocertificazioni, multate 7 persone (4 per assembramento e 3 per non avere indossato la mascherina, controllate 19 attività commerciali, elevate 11 contravvenzioni al Codice della strada per un ammontare di 970,50 euro, decurtati 23 punti di patente e ritirata una patente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *