Ecosismabonus 110%: le imprese a confronto su cessione crediti e termini lavori

Ecosismabonus 110%: le imprese a confronto su cessione crediti e termini lavori

Si è riunita al Blu Palace di Mosciano la prima assemblea della rete nazionale di imprese per l’EcoSismaBonus al 110%.

E’ un percorso ancora lungo e complesso quello che porterà l’apertura dei cantieri Ecosismabonus al 110% di detrazione. Il decreto legge n. 34 verrà approvato entro il 18 luglio e da quella data decorrerà il termine di trenta giorni entro il quale il Ministero emanerà i provvedimenti attuativi. Sarà possibile intervenire sui fabbricati realizzando cappotti termici, sostituendo infissi e caldaie o realizzando interventi di miglioramento sismico delle strutture, ma soltanto dopo che i tecnici avranno asseverato la fattibilità dell’intervento e la congruità dei costi. Ma la vera sfida sarà quella di ricercare soggetti in grado di acquistare i crediti fiscali per consentire ai condomini di non anticipare alcun importo. Infatti sia le banche che le grandi aziende, prima di comprare i crediti fiscali per pagare l’impresa, vogliono ampie garanzie sul rispetto delle procedure e delle leggi. In questa direzione la rete sta predisponendo una serie di sistemi di verifica che rappresenteranno una ulteriore garanzia per gli investitori.

Nel lungo confronto assembleare sono stati esposti ai retisti i positivi sviluppi delle attività intraprese dalla rete. “Aedificarete”, dichiara il presidente della rete Ezio Iervelli, “ha già in portafoglio circa 200 milioni di commesse suddivise tra i retisti, ma contrariamente alla percezione delle famiglie, l’avvio dei cantieri necessiterà di una serie di attività propedeutiche tra le quali la ricerca di un finanziatore che possa acquisire i crediti fiscali; tale ultimo passaggio risulterà determinante per rendere concretamente fattibile l’operazione di ristrutturazione immobiliare. Un altro limite”, prosegue Iervelli, “è costituito dal termine ultimo di vigenza del 110% fissato oggi al 31 dicembre 2021, una data molto ravvicinata per la programmazione di lavori di ristrutturazione edilizia”. All’incontro hanno relazionato l’ingegner Giancarlo Quartieri e Angelo De Dominicis in rappresentanza dei partner tecnici delle società di consulenza HI-LAB Insurance Engineering Srl di Milano, Mentis Group Srl – Studio Fagi di Padova, F-Enhance Capital Srl di Tortoreto, Tecnilex Engineering Srl di Roma e Studio Legale Fantozzi di Roma. “La rete ha già avviato il roadshow presso sei istituti bancari, due aziende nazionali, una multinazionale ed una municipalizzata quotata in borsa”, conclude il presidente Iervelli, “con riscontri estremamente positivi, soprattutto in ordine alle garanzie organizzative, procedimentali e tecniche offerte dalla rete e siamo cautamente fiduciosi sulla possibilità di chiudere a breve contratti quadro per finanziare le commesse in portafoglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *