Fondi per le famiglie, D’Annuntiis: “Nessuno scippo alla provincia di Teramo”

Fondi per le famiglie, D’Annuntiis: “Nessuno scippo alla provincia di Teramo”

“Manola Di Pasquale mette in evidenza la sua totale non conoscenza dei fatti e soprattutto la sua superficialità nel ridurre tutto in politichese in un momento delicato e grave come quello che stiamo vivendo”. Replica così Umberto D’Annuntiis, sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo, alla presidente del Pd Abruzzo che ieri aveva accusato il governatore Marco Marsilio di aver sottratto i 5 milioni per il bonus famiglie ai fondi del Masterplan (soprattutto a progetti per la provincia di Teramo).

“La Regione non ha fatto nessun scippo nei confronti della provincia di Teramo – spiega D’Annuntiis – ma una ricognizione e riprogrammazione delle economie e delle somme del Masterplan non impegnate da anni e quindi non spese per destinarle all’attuale emergenza”. Il sottosegretario elenca nel dettaglio: “Per quanto attiene l’Istituto zooprofilattico l’intervento finanziato è in corso di realizzazione e le risorse utilizzate sono quelle che derivano dal ribasso di gara e, come previsto dalla convenzione, nella disponibilità della Regione. Anche per la pinacoteca Bindi di Giulianova l’intervento finanziato è in corso di realizzazione e anche qui sono state utilizzate le economie. Per la chiesa del comune di Cortino non è stata sottoscritta la convenzione e la revoca del finanziamento è stata notificata in data 17 luglio 2019. Per il Comune di Tortoreto, infine, non è più possibile realizzare l’intervento in quanto l’immobile in oggetto è stato dichiarato inagibile dopo il sisma e quindi è in attesa di provvedimento da parte dell’Ufficio per la ricostruzione”. 

D’Annuntiis, inoltre, fa riferimento al decreto ‘Cura Italia’ approvato in Parlamento anche dal Pd, che indica di “vincolare le risorse non utilizzate per far fronte all’emergenza economica in atto.  La Regione ha ben chiaro il lavoro che sta portando giorno dopo giorno avanti e di fronte a questa inaspettata emergenza ha messo in campo azioni concrete e vere, non anticipazioni o nuovi debiti – prosegue il sottosegretario – In tal senso la Regione Abruzzo ha messo in campo ben 6,5 milioni di euro per le imprese e 5 milioni di euro per le famiglie disagiate. Casomai il Pd teramano dovrebbe farsi un bell’esame di coscienza e chiedersi cosa ha fatto e prodotto in cinque anni la giunta D’Alfonso per il nostro territorio. Pertanto – conclude D’Annuntiis – auspico che la signora Di Pasquale e il Pd lascino lavorare chi sta seriamente portando avanti progetti e risposte come l’attuale Governo regionale, e magari avanzino proposte costruttive ed operative, senza scadere nello sciacallaggio politico”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *