Futuro In: “Le dimissioni di Ponziani certificano la crisi dell’amministrazione D’Alberto”

maurizio salvi

Futuro In: “Le dimissioni di Ponziani certificano la crisi dell’amministrazione D’Alberto”

Futuro In rompe il silenzio nel campo dell’opposizione dopo le dimissioni dell’assessore alla cultura del Comune di Teramo Luigi Ponziani. Dimissioni che “certificano, dopo mesi di chiacchiericci, la crisi dell’amministrazione comunale”, secondo il movimento. “Le sue laconiche dichiarazioni, infatti, fanno riferimento a ‘ragioni di diverso segno’ e ad un’auspicata e sperata, ma evidentemente mai raggiunta, ‘serenità’, con cenni anche a difficoltà operative e finanziarie oltre che a carenza di personale. A nulla sono valsi i tentativi del Sindaco di farlo desistere”.

“Il deficit di coesione – prosegue Futuro In – dovuto alla variegata presenza di sensibilità molto diverse nella coalizione del Sindaco D’Alberto, è emerso con chiarezza in questo primo anno e mezzo, con la conseguenza di una scarsa chiarezza di indirizzi, di dibattiti estenuanti sul nulla, di divergenze tra assessori e tra questi ed i consiglieri, con l’esito, fin troppo scontato, di una semi-paralisi amministrativa e di una rotta confusa senza che nessuno possa conoscere o almeno intuire gli approdi”.

Nel mirino di Futuro In finisce il probabile allargamento della maggioranza con il sostegno che sembra pronto ad arrivare al sindaco D’Alberto da parte dei consiglieri Mauro Di Dalmazio (candidato sindaco alle scorse amministrative) e Graziano Ciapanna. “Ai fini della coesione, appare quantomeno curioso il vociare su un presunto allargamento di maggioranza, allargamento che auspichiamo non avvenga guardando a talune forze politiche che in campagna elettorale, al cospetto dei cittadini, si erano proposte come un centrodestra nuovo e diverso pur avendo condiviso 12 anni di governo cittadino. Auspichiamo ciò sia per un motivo di etica politica e di rispetto per il voto dei cittadini, alcuni dei quali mai avrebbero votato una piccola coalizione di centrodestra se avessero saputo che questa avrebbe poi fatto da sgabello alla sinistra che governa la città, sia perché ciò creerebbe ancora più disomogeneità nella compagine amministrativa, aggravando il deficit di coesione che sta producendo scarsi o nulli risultati in termini di crescita e miglioramento della nostra città, che anzi, non solo a ragione di quanto esposto, sta vivendo una evidente fase depressiva sul piano economico, sociale e civile”.

“Caro Sindaco D’Alberto – conclude la nota di Futuro In – ci risparmi una piccola campagna acquisti nel versante di chi è stato per oltre un decennio di centrodestra o almeno si è spacciato per tale, e risparmi a loro la pessima figura di trasmigrare dalla minoranza alla maggioranza. Il percorso inverso, andar via dalla maggioranza è spesso il frutto di momenti laceranti e di grande coraggio, quello invece dall’opposizione alla maggioranza è quasi sempre l’itinerario delle comode e squallide convenienze del momento”.

ASCOLTA L’INTERVISTA AL CONSIGLIERE DI MINORANZA MAURIZIO SALVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *