Giulianova: tra due settimane alla Rsa di Bivio Bellocchio i malati non gravi di Covid-19

Giulianova: tra due settimane alla Rsa di Bivio Bellocchio i malati non gravi di Covid-19

Tra due settimane la Rsa di Bivio Bellocchio di Giulianova sarà pronta per ospitare i pazienti non gravi colpiti da Covid 19. Stamattina c’è stato il primo sopralluogo alla RSA, la struttura sanitaria della Asl di Teramo che da vent’anni aspetta la sua inaugurazione, prima come residenza per anziani e poi per pazienti colpiti da Alzheimer, mai avvenuta per motivi burocratici. La RSA entrerà a breve in funzione ed ospiterà i pazienti non gravi, colpiti da Covid-19 ed in via di guarigione, permettendo così di alleggerire il lavoro degli ospedali abruzzesi, già gravati dall’emergenza in atto, e liberare posti letto. Oltre ai tecnici, presenti stamattina al sopralluogo anche la vicesindaco di Giulianova, Lidia Albani, ed il presidente della cooperativa sociale Filadelfia Erso Nori.

“La struttura è praticamente dotata di tutto – dichiara Lidia Albani – si stanno ultimando le verifiche di funzionamento degli ascensori e dell’impianto antincendio e in giornata si svolgerà anche il sopralluogo da parte dei volontari della nostra Protezione civile. Siamo certi che tra due settimane la RSA sarà pronta ad ospitare un numero di 22 posti letto per degenti meno gravi ed in via di guarigione, evitando così di farli tornare a casa e rischiare il contagio dei loro familiari. Siamo soddisfatti ed orgogliosi di essere riusciti, dopo dieci anni di totale abbandono e di dimenticanze, a far vedere finalmente la luce a questa struttura, grazie al lavoro svolto insieme alla Asl, una realtà assolutamente determinante per la provincia di Teramo, nello stato di emergenza sanitaria in cui ci troviamo. Questo crediamo sia solo un primo passo per restituire alla città una struttura sanitaria importante che aspettava da troppi anni di essere utilizzata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *