Giulianova: “Dopo il Battesimo Civico si proceda al Consiglio comunale dei ragazzi”

Giulianova: “Dopo il Battesimo Civico si proceda al Consiglio comunale dei ragazzi”

La Consulta per la democrazia partecipativa di Giulianova, presieduta dal professore di diritto costituzionale Carlo Di Marco, saluta come “un nuovo appuntamento per ripartire” l’istituzione del Battesimo Civico promosso dall’amministrazione comunale del sindaco Jwan Costantini. “Bisogna augurarsi, tuttavia, che sia il primo di una serie di iniziative – rilancia Di Marco – poiché questa, restando isolata, pur se con cadenza annuale finirebbe per smarrire la logica di contesto in cui la Consulta l’aveva proposto”. Il Battesimo Civico, infatti, era una delle proposte contenute in un piano strategico della Consulta per la democrazia partecipativa di Giulianova risalente al 2016, “letteralmente ignorato” dalla precedente amministrazione comunale. “Tale piano strategico – ricorda Di Marco – è suddiviso in quattro assi comprendenti varie azioni di valorizzazione della partecipazione popolare: asse 1 – confronti; asse 2 – formazione continua; asse 3 – strumenti di partecipazione e di cittadinanza attiva; asse 4 – organizzazione. Il Battesimo Civico è una iniziativa compresa nell’ambito delle azioni del primo asse”.

Tra le iniziative particolarmente importanti degli altri assi ce n’è una che il professor Di Marco definisce “di importanza storica e di grande qualificazione”: il Consiglio comunale dei ragazzi previsto dal regolamento per la partecipazione popolare. L’invito della Consulta per la democrazia partecipativa, pertanto, è di partire dal Battesimo Civico per procedere, appena le condizioni lo permetteranno, alla realizzazione del Consiglio comunale dei ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *