Giulianova, il cimitero comunale riaprirà il 4 maggio

Giulianova, il cimitero comunale riaprirà il 4 maggio

Il Sindaco di Giulianova Jwan Costantini annuncia la riapertura del cimitero comunale di Giulianova per il giorno lunedì 4 maggio.

“In queste settimane ci saremmo aspettati dal dottor Arboretti, consigliere comunale e capogruppo de “Il Cittadino Governante”, nonché presidente della Commissione Sanità, qualche suggerimento di carattere medico-scientifico su come gestire l’emergenza in corso – dichiara il Sindaco Costantini – tali proposte non solo non sono arrivate ma, ad oggi, ci viene chiesto di riaprire anticipatamente il cimitero, violando quelli che sono gli obblighi di legge dettati dalla circolare del Ministero della Salute, a firma del dottor Pasqualino Rossi. Ci saremmo aspettati più collaborazione da parte dei consiglieri de “Il Cittadino Governante”, con una amministrazione che, fin dai primi giorni di questa emergenza, ha messo in campo iniziative concrete volte alla tutela della salute del territorio, contribuendo ad arginare il numero dei contagi che, come sottolineato anche nel comunicato de “Il Cittadino Governante”, è tra i migliori nella regione Abruzzo, nel rapporto tra numero di abitanti e contagiati. Ricordiamo che siamo stati tra gli ultimi a disporne la chiusura per permettere ai cittadini di continuare a far visita ai defunti”.

“A tal proposito comunichiamo alla cittadinanza che abbiamo dato già mandato alla Giulianova Patrimonio di riaprire il cimitero comunale nella giornata di lunedì 4 maggio – conclude il primo cittadino – alla luce di questa disposizione ribadiamo anche che il Comune di Giulianova ha osservato il minor numero di giorni di chiusura rispetto ad altri cimiteri della provincia di Teramo, dimostrando così una grande sensibilità nei confronti dei giuliesi. In fine sottolineiamo che la riapertura dovrà avvenire nel rispetto delle misure anti contagio, esortando i cittadini all’uso di mascherine e a mantenere il distanziamento sociale, al fine di evitare assembramenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *