Giulianova, lavori al Castorani e riqualificazione del campetto

Giulianova, lavori al Castorani e riqualificazione del campetto

Il presidente della Asp 2 Teramo, Giulia Palestini, annuncia interventi strutturali per l’istituto Castorani di Giulianova: “Oggetto dei lavori saranno un’ala del complesso storico, quella più antica, dove originariamente è nato l’istituto San Rocco, poi inglobato dallo stesso Castorani, e il campo di calcetto in viale dello Splendore”. Per la riqualificazione della struttura sportiva sono stati stanziati circa 150.000 euro che daranno nuova vita all’impianto che diverrà un presidio di sport e tempo libero nel cuore urbano, mentre per la storica sede è prevista la realizzazione di una ludoteca-mediateca con annesse postazioni internet e wifi per un importo di circa 11.000 euro. Tramite il reperimento di altri fondi, inoltre, quell’area sarà oggetto di un altro intervento, per un costo di circa 40.000 euro, che prevede il risanamento igienico-strutturale del fabbricato dove sono attualmente conservati due pregevoli lavori quali una mappa dell’Italia e una dell’Abruzzo, realizzate entrambe dai fruitori della struttura nel corso degli anni passati. “Sono state definite tutte le fasi burocratiche – aggiunge Giulia Palestini – e gli uffici dell’Asp contano di procedere con la gara che complessivamente avrà un valore di circa 200.000 euro, e gli affidamenti alle ditte aggiudicatarie entro il mese di giugno in modo che entro l’estate possano svolgersi i lavori. Per la riapertura della stagione scolastica 2021-2022, ovvero a settembre, tutte le opere saranno terminate e le strutture pienamente fruibili da utenti e cittadinanza”.

“Ringraziamo l’Asp 2 ed il suo neo presidente, l’avvocato Giulia Palestini, per l’ottimo lavoro che sta svolgendo per la salvaguardia e la riqualificazione di una struttura sociale e storica di grande importanza per la nostra comunità – dichiara il sindaco Jwan Costantini – siamo certi che tali interventi di carattere strutturale sapranno regalare nuove possibilità di aggregazione e socialità per i nostri bambini, oltre che a preservare importanti lavori storici della nostra regione e del nostro Paese e fornire alla città una nuova e funzionale struttura sportiva, nel cuore del centro storico cittadino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *