Infrastrutture: Pescara-Roma, Pescara-Bari e A24/A25 nell’Italia Veloce del Governo

Infrastrutture: Pescara-Roma, Pescara-Bari e A24/A25 nell’Italia Veloce del Governo

“Avevamo ragione noi, aveva torto Marsilio. Con Italia Veloce ora subito commissari, procedure accelerate e cantieri per l’alta velocità ferroviaria Pescara-Roma e Pescara-Bari, potenziamento dei poteri del commissario del Gran Sasso”. Così il deputato abruzzese di Italia Viva, Camillo D’Alessandro, nel commentare l’elenco delle 130 opere del programma Italia Veloce inserito nel Decreto Semplificazioni approvato dal Consiglio dei ministri. “Da mesi Italia Viva insiste sul piano shock sulle infrastrutture – prosegue D’Alessandro – Prima dicevano che non c’erano i soldi, poi che non si poteva commissariare tutto. Ora finalmente diventa possibile e, grazie al nostro lavoro, il governo vara Italia Veloce. Per questo stiamo al Governo”.

Gli fanno eco i consiglieri regionali del Pd: “La velocizzazione della linea ferroviaria Roma-Pescara sarà una delle prime opere del Decreto semplificazioni, insieme al potenziamento dei collegamenti Pescara-Bari e delle autostrade A24 e A25”, dichiarano Silvio Paolucci, Antonio Blasioli, Dino Pepe e Pierpaolo Pietrucci. “L’Abruzzo sarà una delle prime regioni a beneficiare degli interventi, un impegno mantenuto, a cui abbiamo lavorato fattivamente insieme ai nostri parlamentari – aggiungono i Dem – Mettiamo l’Abruzzo sul trampolino di lancio della ripresa del Paese e rimandiamo al mittente i tentativi di propaganda fatti dalla maggioranza regionale di centrodestra nei giorni scorsi con emendamenti fasulli, parlando addirittura di bocciatura di una proposta che sapevano sarebbe stata superata dagli eventi”. Si tratta di progetti che si realizzeranno “perché hanno le debite coperture e tempi e procedimenti scanditi”, spiegano ancora i consiglieri Pd. “Le opere, infatti, una volta partite non si fermeranno più perché i procedimenti amministrativi saranno con sentenza breve e le stazioni appaltanti andranno avanti anche in presenza di contenzioso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *