Ipsia Marino, il comunicato di CGIL e FLC

Ipsia Marino, il comunicato di CGIL e FLC

Il caso delicato dell’Ipsia e dell’Itis “Marino” di Teramo continua a far discutere. Oggi è arrivato il parere, tramite comunicato, dei sindacati CGIL e FLC sul tema.

Gli studenti, i genitori e il personale scolastico dell’IPSIA e dell’ITIS di Teramo da tempo stanno manifestando il loro disagio per la mancanza di spazi scolastici adeguati. Divisi in vari plessi, gli studenti hanno un’evidente riduzione dell’offerta formativa e del tempo scuola. La vicenda è nota.

Si è agito in maniera approssimativa e senza una seria programmazione.

Non è stato fatto nessun passo avanti per garantire un adeguato diritto allo studio a questo settore. Infatti, per i prossimi giorni si sono programmati i doppi turni. Essi rappresentano un ulteriore colpo ad un segmento formativo fragile, qual è quello dell’istruzione professionale, inserito in un contesto nel quale c’è un pendolarismo diffuso e un rilevante numero di discipline. In queste condizioni è altissimo il rischio che aumenti l’abbandono scolastico. Dopo le continue pressioni e le sollecitazioni da parte degli studenti e del personale scolastico dell’IPSIA, e dell’ITIS, la Provincia ha emanato un avviso pubblico per reperire un capannone che dovrebbe soddisfare il bisogno di aule. Si tratta di un provvedimento estemporaneo che difficilmente determinerà una qualche soluzione al problema. gli Istituti professionali meriterebbero maggiore attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *