La Sicula Leonzio gioca, il Teramo vince: 3 punti d’oro

La Sicula Leonzio gioca, il Teramo vince: 3 punti d’oro

Vittoria scaccia-crisi per il Teramo, capace di rialzare la testa dopo le recenti delusioni e battere una Sicula Leonzio mai doma. Tre punti che non guariscono i biancorossi dai mali di avvio stagione, ma regalano fiducia ad un ambiente attraversato dai primi malumori. Le novità di formazione annunciate da Tedino si traducono nelle maglie da titolare per Di Matteo, Viero e Martignago, preferiti a Tentardini, Arrigoni e Cianci. Difficile, però, giustificare il primo tempo del “Bonolis”. Mai visto quest’anno il Teramo così in difficoltà tra le mura amiche. La Sicula di Grieco gioca senza timori reverenziali e mette alle corde i padroni di casa. Di tiri in porta se ne vedono pochi da una parte e dall’altra. Al 29′ un calcio di punizione di Cozza termina alto di poco. Al 36′ spunto isolato di Martignago con tiro potente ma impreciso. Il pubblico mugugna ma viene ripagato quando il Teramo sfodera l’unica azione degna di questo nome: palla sulla fascia destra per Cancellotti (ancora una volta in evidenza) cross al bacio di prima per l’impatto aereo del solito Bombagi che fa esplodere la curva.

Si spera in una ripresa con meno motivi di apprensione. Invece i siciliani prendono in mano la gara. Al 3′ tiro da lontano di Sicurella alzato in angolo da Tomei. Due minuti dopo Lescano ha la palla buona ma la spedisce sopra la traversa. Tedino capisce che così rischia e allora si copre con un difensore in più (l’esordiente Florio), passando al 5-3-1-1. Al 19′ Arrigoni (entrato al posto di Viero) trova la deviazione della barriera su calcio di punizione. La sofferenza finisce al 28′ con il raddoppio di Magnaghi, imbeccato ancora dall’illuminante Bombagi. Onore alla Sicula Leonzio che non smette di attaccare (girata al volo di Vitale al 39′, Tomei in angolo; sempre Tomei al 93′ nega il gol a Lescano). E alla fine, dopo i fischi di sabato, arrivano gli applausi per i biancorossi. Un’iniezione di fiducia in vista della dura trasferta di domenica (ore 15) a Potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *