L’associazione dei medici dirigenti: “Il nuovo ospedale? Una scelta inevitabile per la salute dei cittadini”

L’associazione dei medici dirigenti: “Il nuovo ospedale? Una scelta inevitabile per la salute dei cittadini”

“La recente ripresa della discussione sulla costruzione del nuovo ospedale – hanno dichiarato i medici Filippo Gianfelice, Gabriella Marini e Cosimo Napoletano, membri della delegazione che per conto dell’Anaao Teramo siede al tavolo del confronto sindacale con l’Asl di Teramo – in un momento in cui la discussione sul tema si è particolarmente animata, impone al nostro sindacato di fare alcune precisazioni”.

“Il sistema ospedaliero ha evitato il collasso sociale e sanitario durante la pandemia, obbligandoci però a una profonda riflessione sulle caratteristiche che è lecito aspettarsi da un ospedale di nuova costruzione. Come abbiamo più volte sostenuto, più che il contenitore, devono contare i contenuti. I professionisti e le tecnologie, dunque, sono prioritari. In linea con la moderna edilizia sanitaria, e per evitare di costruire un ospedale già vecchio, la struttura dovrà essere ecosostenibile, flessibile nella risposta di cura , con possibilità di ampliare il numero di posti letto in caso di necessità.

Grande attenzione deve inoltre essere rivolta al tema dell’accessibilità : un nuovo ospedale deve essere facilmente raggiungibile sia in auto sia con mezzi pubblici, e disporre di ampi parcheggi con aree verdi circostanti.

Ma altri elementi sono da tenere presenti e noi riteniamo forse ancora più importanti per la tutela dei lavoratori da un lato e per la soddisfazione e migliore cura dei pazienti dall’altro. Uno di questi riguarda le dimensioni dell’ospedale: la recente, e non ancora risolta, pandemia ha messo in evidenza la necessità di realizzare strutture con dotazioni di posti letto più ampia, ma soprattutto elastiche nell’uso. Tuttavia, senza capitale umano nessun potenziamento del servizio sanitario nazionale è immaginabile. Bene ha agito la Direzione Generale dell’Asl di Teramo ad avviare l’iter per la costruzione di un nuovo ospedale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *