Lodo Ruzzo e attacco di Teramo 3.0: il M5S si schiera con D’Alberto

fabio berardini

Lodo Ruzzo e attacco di Teramo 3.0: il M5S si schiera con D’Alberto

Il Movimento 5 Stelle si schiera al fianco di Gianguido D’Alberto, nella “battaglia di legalità e di riduzione dei costi” intrapresa dal sindaco di Teramo nei confronti della Ruzzo Reti. Lo dichiarano in una nota il deputato Fabio Berardini e la consigliera comunale Pina Ciammariconi. “È bene evidenziare – affermano i due esponenti pentastellati – che la sentenza espressa dagli arbitri sul caso Ruzzo certifica palesemente una violazione dello Statuto e del Regolamento per il controllo analogo adottato dall’ATO Teramano per quanto riguarda il rinnovo del Consiglio di amministrazione. Tutto ciò dà pienamente ragione al sindaco D’Alberto”. Secondo il M5S la richiesta di D’Alberto di nominare un amministratore unico al posto di un Cda è “legittima” e “dà fastidio a qualcuno che preferirebbe continuare a sprecare denaro mantenendo l’attuale numero di persone”. Berardini e Ciammariconi intervengono anche sull’attacco mosso da Teramo 3.0 nei confronti di D’Alberto sull’assunzione del fratello del sindaco in una cooperativa sociale: “Questo è uno dei punti più bassi mai raggiunti da sedicenti capetti di liste civiche che si comportano come banderuole: cambiando a seconda del vento per lesinare qualche poltrona per amici o coniugi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *