VIDEO | Martinsicuro: il Consiglio comunale approva all’unanimità l’imposta di soggiorno

VIDEO | Martinsicuro: il Consiglio comunale approva all’unanimità l’imposta di soggiorno

Il Consiglio comunale di Martinsicuro, nella seduta di ieri, martedì 3 marzo, ha approvato l’introduzione della tassa di soggiorno. “Consiglio di portata storica” lo definisce l’assessore al Bilancio Alduino Tommolini: “Il relativo regolamento è stato frutto di un intenso lavoro di studio e di concertazione e, soprattutto, di reale condivisione del progetto con gli operatori del settore turistico – commenta Tommolini – insieme ai quali sono stati compiuti diversi incontri, adottando un modello operativo all’insegna della partecipazione democratica e della concertazione con le parti economico sociali. Un lavoro di squadra – prosegue Tommolini – attraverso il quale l’amministrazione comunale ha voluto individuare uno strumento che diventi fonte di sviluppo e di crescita per l’industria turistica e per la città in generale e quindi volano di occupazione e benessere per cittadini e territorio”.

Nello spiegare nel dettaglio il regolamento, l’assessore al Bilancio indica la parte di maggior interesse nella clausola di salvaguardia che stabilisce la destinazione del 50% del gettito dell’imposta di soggiorno alla realizzazione di opere e infrastrutture urbane: “Una scelta fortemente voluta e che guarda non solo al presente, incentivando eventi e iniziative di promozione turistica, ma soprattutto al futuro, predisponendo le condizioni finanziarie affinché si possa portare avanti con nuove risorse lo sforzo che l’amministrazione sta compiendo per dotare Martinsicuro e Villa Rosa di quelle opere pubbliche che sono necessarie allo sviluppo cittadino, primo fra tutti il restyling del nostro lungomare”. Tommolini sottolinea che l’imposta di soggiorno è stata votata all’unanimità dal Consiglio comunale, ricevendo anche il sostegno delle opposizioni. La stima dell’amministrazione sul gettito è di circa 100.000 euro nel primo anno.

IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *