Montorio, viale Duca degli Abruzzi: inizio lavori per il mese di luglio

Montorio, viale Duca degli Abruzzi: inizio lavori per il mese di luglio

Il progetto di riqualificazione di viale Duca degli Abruzzi, a Montorio al Vomano, sta generando un ampio dibattito, accompagnato come prevedibile da una polemica politica tra l’opposizione e il sindaco Fabio Altitonante. Accusato, quest’ultimo, di aver approvato in Giunta il progetto senza condivisione né con la Commissione consiliare, né con la cittadinanza. Il primo cittadino replica con una nota affermando che le opposizioni (i gruppi Montorio Guarda Avanti e Montorio Impegno Comune) sul progetto di viale Duca degli Abruzzi “hanno un’ansia da prestazione che li sta portando al ridicolo, ad esempio con la richiesta di convocazione della Commissione territorio dopo l’approvazione del solo progetto preliminare. Cercano di spaventare i residenti con la scomparsa dei parcheggi. Falso. Non sarà così: residenti e attività avranno i parcheggi”. rassicura Altitonante. “Sentire certe sciocchezze da parte delle opposizioni mi fa sorridere: il progetto di riqualificazione di viale Duca degli Abruzzi sta seguendo un percorso lineare, trasparente e tecnicamente semplice. Non abbiamo mai nascosto nulla, anzi abbiamo condiviso anche sui social ogni step del progetto”.

Sui passaggi dell’iter, Altitonante rimarca che “abbiamo approvato il progetto preliminare nella Giunta del 31 dicembre 2020. E siamo arrivati al progetto definitivo, che venerdì 26 marzo abbiamo approvato in Giunta: nessun blitz, queste sono le procedure. A breve uscirà il bando per scegliere l’operatore che realizzerà sia il progetto esecutivo che i lavori. Quello sarà il momento per raffinarlo ulteriormente, ascoltando i cittadini, come stiamo già facendo. L’obiettivo è quello di iniziare i lavori per luglio. Il viale sarà un fiore all’occhiello di Montorio”.

Infine il sindaco passa al contrattacco con una serie di domande rivolte all’opposizione: “Perché non hanno mai comunicato e spiegato ai cittadini i grandi interventi di trasformazione urbanistica, progetti impattanti, pensati con viabilità ridicole e senza spazi verdi? Perché non hanno mai comunicato le cifre pagate per i contenziosi persi sugli espropri? Perché non hanno mai comunicato ai cittadini che la ricostruzione post sisma 2009 del centro storico è ferma per la mancanza di progetti? Perché non hanno mai comunicato da dove nascono i 300 mila euro di debiti fuori bilancio votati in Consiglio comunale per consulenze legali? Perché non hanno mai comunicato con quale criterio è stata decisa la localizzazione della Rsa? Potremmo proseguire all’infinito – conclude Altitonante – ma la nostra amministrazione è qui per lavorare e realizzare una Montorio che torni a essere bella, accogliente e amica di famiglie e imprese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *