Notaresco, convocazioni in consiglio mediante Whatsapp: la rabbia di due gruppi consiliari

Notaresco, convocazioni in consiglio mediante Whatsapp: la rabbia di due gruppi consiliari

Duro comunicato stampa da parte dei due gruppi consiliari “Notaresco Bene Comune” e “Notaresco Protagonista” contro l’amministrazione comunale.

Oramai siamo allo sbando totale! In barba all’articolo 21 del regolamento comunale, i consiglieri non vengono convocati né mediante la notifica di un messo comunale e men che meno attraverso la PEC; vengono inviati, in maniera disorganizzata ed approssimativa, messaggi WhatsApp e nemmeno a tutti i consiglieri.

È possibile che un ente comunale debba essere bistrattato in tal modo? Come può un consigliere esercitare i poteri conferitigli dai cittadini nella cabina elettorale, se omettono di convocarlo in consiglio comunale? Come può esercitare il suo ruolo se non hai il tempo materiale di verificare gli atti all’ordine del giorno?

Qualcuno ha parlato di manie di protagonismo in riferimento alla consigliera che non ha ricevuto la convocazione ed inevitabilmente ha rappresentato il disagio che questa mancanza le aveva causato: il problema non è quanto rappresentato dalla consigliera, ma dalla disattenzione di chi non ha svolto il lavoro come avrebbe dovuto e dalla naturalezza con cui taluni dei presenti hanno affrontato la questione, nel caso non se ne fossero accorti quanto accaduto stasera non è assolutamente normale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *