Nuovo ospedale: D’Alberto propone consiglio comunale congiunto con L’Aquila

ospedale teramo

Nuovo ospedale: D’Alberto propone consiglio comunale congiunto con L’Aquila

Il sindaco di Teramo invita l’assessore regionale Verì e il ministro della Salute Speranza

Il nuovo ospedale di Teramo deve essere necessariamente ubicato all’interno del territorio comunale. Lo ribadisce il sindaco del capoluogo, Gianguido D’Alberto, rimarcando però come la scelta della localizzazione sia “subordinata rispetto ad una discussione più ampia e più alta, che interessasse la funzione e l’organizzazione del sistema sanitario sul nostro territorio”.

Questo è mancato a livello regionale, secondo il primo cittadino, che rompe gli indugi: proporrà alla prossima conferenza dei capigruppo del Comune di Teramo, e al sindaco dell’Aquila, un consiglio comunale straordinario e congiunto, cui far seguire una commissione speciale permanente intercomunale, alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, “affinché quest’ultima venga a relazionare e ad assumersi le proprie responsabilità”.

“Sarà mia premura invitare il neo Ministro Roberto Speranza, con il quale ho già avuto contatti telefonici ed ha dato la massima disponibilità a fare quanto di propria competenza per venire incontro alle necessità del nostro territorio”, aggiunge D’Alberto. “La priorità assoluta deve essere quella di rivedere i criteri del ddl Lorenzin, affinché sul nostro territorio resti un ospedale, DEA di II livello“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *